ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Volley, World League maschile: Italia, buona la prima in Australia
Volley, World League maschile: Italia, buona la prima in Australia

Volley, World League maschile: Italia, buona la prima in Australia

L’Italvolley comincia bene la sua World League: gli azzurri in versione sperimentale vincono 3-1 (25-19; 22-25; 25-21; 25-20) contro l’Australia sul campo di Adelaide. Domani alle 8.40 si replica.

Buona la gara disputata dalla squadra di Berruto, imbottita di nuovi innesti come Aimone Alletti, Simone Anzani e Oleg Antonov alla prima convocazione, titolari dal primo minuto, insieme ai vari Iacopo Botto, Elia Bossi, Stefano Mengozzi e il baby fenomeno Simone Giannelli (stellina di Trento).

Insieme a loro, in campo a scandire il primo successo della spedizione italiana, le “vecchie conoscenze” Dragan Travica con i gradi di capitano, Giulio Sabbi, Pippo Lanza e Massimo Colaci.

Grazie a una positiva prova del Drago in regia, l’Italia mette subito il naso avanti e prende il largo nel primo set grazie al muro e agli errori numerosi dei volleyroos: 25-19.

Nel secondo parziale, più equilibrato, gli azzurri sembrano poter dominare ma sul 20-17 vanno in completa black-out; l’Australia con Walker in battuta piazza un break di 8-2 e va sul pari (22-25).

Nel terzo set l’Italia riparte forte e prende un buon vantaggio nella fase centrale (16-10) ma l’Australia ancora una volta rimonta fino al 21-20. Proprio al momento giusto torna in cattedra il muro italiano che piazza il 4-0 decisivo (25-21).

Il quarto set va via in modo altalenante: Italia avanti di 4 punti, pari 8-8, poi di nuovo azzurri sugli scudi (16-9) e l’ultimo ritorno dei padroni di casa (20-17) prima dello scatto finale della squadra di Berruto per il 25-20.

Nel conto top scorer c’è Pippo Lanza con 18 punti (3 aces), benissimo anche Oleg Antonov a 11 (3 aces), da segnalare i 4 muri a testa di Anzani e Travica. A favore degli azzurri anche i 31 errori dei nostri avversari: tanti regali per cui i ragazzi di Berruto vivamente ringraziano. In attesa della ‘rivincita’ tra poche ore.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*