ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B playoff: Bologna-Avellino 2-3, Delio Rossi in finale ma quanta paura!
Serie B playoff: Bologna-Avellino 2-3, Delio Rossi in finale ma quanta paura!

Serie B playoff: Bologna-Avellino 2-3, Delio Rossi in finale ma quanta paura!

Alla fine in finale ci vanno i rossoblù di Delio Rossi, ma quanta paura: al Dall’Ara Bologna-Avellino finisce 2-3, e regala un infarto dopo l’altro al pubblico emiliano.

L’Avellino sfiora letteralmente quella che poteva essere una grande impresa: il 3-2 irpino però non basta; l’altro gol che serviva è stato stoppato dalla traversa di Gigi Castaldo al 93’. Alla fine dunque, grazie al gol di Sansone all’andata, è il Bologna ad accedere in finale, grazie al miglior piazzamento in regular season.

Al Dall’Ara però è venuta fuori una partita spettacolare, con tantissimi colpi di scena da una parte e dall’altra.

Al primo affondo, i biancoverdi sono già in vantaggio: al 7’ cross da sinistra di Zito e Trotta anticipa Ferrari infilando Da Costa per l’1-0. Il Bologna, dopo aver accusato il colpo, pareggia al primo tiro in porta: Acquafresca, preferito a Mancosu e Cacia, supera Frattali con un preciso diagonale dopo assistenza di Krsticic al 19’.

Bologna sugli scudi dopo il pareggio: Frattali però è super su Sansone, Laribi e ancora su Acquafresca. Poi, proprio nel momento migliore dei rossoblù, i lupi colpiscono ancora: al 45’ Trotta difende palla al limite d’area da grande attaccante, aggira Masina e di sinistro batte Da Costa sul primo palo: 1-2 e duemila tifosi avellinesi in delirio.

Nella ripresa Cacia subentra al posto di Acquafresca e in sei minuti pareggia: incredibile errore di Frattali nel rinvio e morbido pallonetto del bomber rossoblù dai 30 metri. Rossi si copre con Maietta per Krsticic, Rastelli tenta il tutto per tutto con Comi e Castaldo.

Sembra non succedere più nulla, ma poi al 40’ Koné pesca il jolly che ridà un senso agli ultimi minuti di gara: bolide al volo dal limite dell’area che si insacca sotto all’incrocio. Sul Dall’Ara cala un silenzio da paura matta, che diventa gelo al 93’ quando Castaldo colpisce la traversa. Alla fine tutto lo stadio rossoblù, col presidente Joe Tacopina in tribuna, tira un sospiro di sollievo gigantesco. Onore comunque all’Avellino, avversario di grande stoffa e di carattere.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*