ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A > Milan, Pippo Inzaghi esonerato. La curva ringrazia il tecnico
Milan, Pippo Inzaghi esonerato. La curva ringrazia il tecnico

Milan, Pippo Inzaghi esonerato. La curva ringrazia il tecnico

Pippo Inzaghi non è più il tecnico del suo amato Milan. È quanto comunicato dalla stessa società rossonera in una nota ufficiale. Al suo posto l’ex allenatore della Sampdoria, Sinisa Mihajlovic.

“La società ha comunicato a Inzaghi che, con grande dispiacere, ci sarà un cambio di guida tecnica nella prossima stagione”. L’esonero arriva il giorno dopo la cena ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Adriano Galliani e il nuovo allenatore Sinisa Mihajlovic.

L’ex attaccante  dopo i due anni nelle giovanili rossonere, in cui ha vinto il torneo di Viareggio nel 2014,”resiste” soltanto una stagione sulla panchina rossonera.

Si conclude perciò amaramente la storia di Inzaghi con il Milan, dopo aver militato 11 stagioni da calciatore con 300 presenze e 126 gol.

Era partito dagli Allievi Nazionali passando in Primavera (vittoria a Viareggio), per poi arrivare in prima squadra prendendo il posto di Clarence Seedorf.

Per tutta la scorsa estate a Milanello si respirava entusiasmo e voglia di emergere del tecnico e del gruppo, ma alle prime difficoltà i rossoneri non si sono più ripresi.

Nel mese di dicembre la vittoria a San Siro contro il Napoli e il pareggio all’Olimpico con la Roma  avevano illuso club e tifosi ma nel 2015 c’è stato un crollo verticale che hanno portato la squadra lontana dai vertici e dall’Europa.

Fino a giungere alla ufficialità dell’esonero e la fine, amara, della storia rossonera di Inzaghi.

Anche Mauro Tassotti, dopo 35 anni, lascia il Milan.

La Curva Sud milanista con una lettera aperta ha ringraziato Inzaghi. “Oggi per chi ti vuole bene e’ un giorno triste, sei arrivato a luglio in prima squadra e pur con una rosa non all’altezza hai cercato di fare del tuo meglio, ci hai messo il cuore e noi questo lo abbiamo sempre apprezzato”.

A Mauro Tassotti: “Grandissima professionalità e grande rispetto verso i nostri colori. Resta anche lui indelebile nella storia rossonera”.

Loading...

About Alessandro Mancuso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*