ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Copa America: Cile-Ecuador 2-0, Vidal e la Roja partono forte
Copa America: Cile-Ecuador 2-0, Vidal e la Roja partono forte

Copa America: Cile-Ecuador 2-0, Vidal e la Roja partono forte

Alla faccia della stanchezza. Arturo Vidal smentisce tutti e con la sua Roja vince all’esordio della Copa America: Cile-Ecuador finisce 2-0, dopo una gara bloccatissima.

Nei 90’ il Cile di Sampaoli fa sicuramente di più, ma trova di fronte un Ecuador ostico e ben messo in campo dal suo ct Quinteros.

Il tridente con Sanchez falso nueve e con il Mago Valdivia e Vidal a supportarlo pare ben ispirato all’inizio. El Nino Maravilla si mette in mostra, peccando però o di presunzione – con un pallonetto sull’altissimo portiere ecuadoriano in uscita – o di mira.

È la squadra di Sampaoli a tenere il pallino del gioco: Roja divertente, ma inconcludente e per di più esposta alle ripartenze della Tri: Quinteros può contare sulla velocità degli esterni Paredes e Montero, che mettono in apprensione più di qualche volta il portiere Bravo. All’intervallo, però è 0-0.

Nella ripresa il ct del Cile rivoluziona le pedine: fuori Beausejour, dentro Edu Vargas a fare l’esterno con Valdivia nel ruolo di finta punta. Ma nella Roja c’è confusione: pochi fraseggi in attacco, tanti lanci lunghi e così Sanchez si impunta a giocare da solo.

Ma, proprio nel momento di stanca della gara, arriva l’episodio decisivo: Vidal entra in area, Bolanos lo trattiene leggermente e lo juventino cade a terra. L’arbitro decreta il penalty che Arturo insacca con la sua solita freddezza. Siamo al 64’.

L’Ecuador però non molla e fa tremare l’Estadio Nacional de Santiago: campanile morbido di Ayovi, Ener Valencia colpisce di testa ma il suo colpo si stampa docile sulla traversa.

Poi nel finale arriva in rapida ripartenza il gol che chiude la gara: lo sigla il bravo Edu Vargas, diagonale sinistro su assist di Sanchez. Nel finale però c’è la nota stonata: l’espulsione per doppio giallo di Mati Fernandez.

Buona la prima per il Cile, ma ora occorre guadagnare punti anche col gioco.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*