ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Croazia-Italia, un 1-1 che soddisfa a metà Antonio Conte
Croazia-Italia, un 1-1 che soddisfa a metà Antonio Conte

Croazia-Italia, un 1-1 che soddisfa a metà Antonio Conte

Termina 1-1 il match tra Croazia ed Italia, valido per le qualificazioni ai Campionati Europei che si terranno in Francia nel 2016. In un Poljud Stadion a porte chiuse, i ragazzi di Antonio Conte mostrano una buona personalità, ma impattano, non senza polemiche arbitrali, contro una squadra che rimane prima nel girone.

Partita molto accesa sin dalle prime fasi, con un penalty concesso ai padroni di casa per fallo di Astori su Srna: dal dischetto va Mandzukic, ma Gigi Buffon dimostra ancora una volta sangue freddo e respinge il pallone.

Poco dopo è l’Italia a rendersi protagonista, trovando il gol del vantaggio con Stephan El Shaarawy, su cross di Candreva, ma l’arbitro annulla, sebbene il replay non chiarisca perfettamente l’entità del fuorigioco e probabilmente il gol era regolare. Gli azzurri protestano, Conte compreso, ma il gioco riparte e, su capovolgimento dalla parte opposta, i croati trovano il nostro reparto difensivo molto scoperto e non hanno difficoltà ad insaccare: è 1-0.

L’Italia sembra momentaneamente tramortita e gli slavi sfiorano con Olic il gol del raddoppio. Ma col passare dei minuti gli azzurri prendono coraggio e tentano incursioni nell’area avversaria, fin quando le mani di Mandzukic mandano i nostri dal dischetto. Va a battere Candreva e con uno splendido cucchiaio pareggia i conti.

Nella ripresa è l’Italia a controllare bene il campo e a non concedere molto ai ragazzi di Nico Kovac. Pirlo da lontano, poi ancora Candreva e Parolo nel finale sprecano la possibilità del gol vittoria; la Croazia, rimasta in dieci negli ultimi dieci minuti per doppio giallo a Srna, si fa vedere nei minuti conclusivi con Perisic e Rakitic, ma Sirigu – subentrato a Buffon – si fa trovare pronto.

Il pareggio permette all’Italia di mantenere a debita distanza la Norvegia alle sue spalle – pareggio degli scandinavi con l’Azerbaijan – e di fatto compie un altro passo verso Euro 2016. Il ct Antonio Conte a fine gara è piuttosto soddisfatto: “Al di là del risultato è stata una prestazione di personalità – afferma l’ex tecnico bianconero – Abbiamo mostrato più voglia di giocare a calcio, meritavamo qualcosa di più“. Unico rammarico, il gol del vantaggio dei croati: “Siamo stati sicuramente un po’ ingenui“, ammette, osservando che tutti i suoi fossero convinti che il gol di El Shaarawy fosse regolare, dunque non si aspettavano un simile contropiede.

Nei della serata, gli acciacchi di Buffon e l’infortunio di De Silvestri, uscito anzitempo al 26′ del primo tempo dopo un contrasto di gioco. Gli accertamenti odierni mostreranno l’entità del problema.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*