ULTIME NEWS
Home > Olimpiadi > Baku 2015, giornata senza soddisfazioni per l’Italia
Baku 2015, giornata senza soddisfazioni per l’Italia

Baku 2015, giornata senza soddisfazioni per l’Italia

Un bilancio di zero medaglie, quello che porta a casa l’Italia nella terza giornata dei Giochi Olimpici Europei di Baku 2015.

Deludono le imbarcazioni italiane che hanno partecipato alle finali di canoa sprint. Sergiu Craciun è sesto nel C1 1000 metri, col tempo di 3:56.306. Oro al tedesco Brendel (3:50.147) davanti al ceco Fucka e all’ungherese Vajda. Quinto posto, invece, per Nicola Ripamonti e Giulio Dressino nel K2 1000: 3:14.038 il tempo della coppia italiana, che in semifinale aveva stabilito il record dei Giochi con 3:08:137, tempo non migliorato dagli ungheresi Kammerer e Szalai, vincitori dell’oro in 3:11.681.

Domani impegnate in finale dei K2 500 Irene Burgo e Giulio Dressino, così come il K2 200 con la coppia Manfredi Rizza e Matteo Florio (terzo tempo in batteria). Finale anche per  Sofia Campana e Norma Murabito nel K2 200 (terzo posto in semifinale), mentre vengono eliminati Sergiu Craciun nel C1 200 e Federica Nolé nel K1 200.

Nella lotta libera finisce agli ottavi di finale l’avventura di Patrizia Liuzzi nella categoria 55 kg (sconfitta dall’azera Sinishin), mentre nel nuoto sincronizzato quinto posto in finale per la coppia formata da Noemi Carrozza e Laila Huric (oro Russia, argento Austria e bronzo Ucraina) e quarto posto per la nazionale azzurra (Beatrice Amadei, Maria Antonietta Buccheri, Noemi Carrozza, Veronica Gallo, Laila Huric, Claudia Modaelli, Enrica Piccoli, Ludovica Redaelli, Raffaella Baldi, Elena Sernagiotto): sono ancora le russe a conquistare l’oro, davanti alle spagnole e alle ucraine.

Nel programma della ginnastica artistica, quinto posto per l’Italia femminile (podio composto da Russia, Germania e Olanda), solo quattordicesimo per quella maschile (a medaglie Russia, Ucraina e Azerbaijan).

Facile vittoria per 18-6 dei ragazzi della pallanuoto contro l’Ucraina e qualificazione ai quarti di finale compiuta. Termina 11-11 la partita che vede invece impegnato il Setterosa contro la Russia: in testa al girone proprio quest’ultima con 10 punti, seguita dalla Spagna con 9 punti e dall’Italia con 7 punti. Blackout per l’Italvolley femminile: netta sconfitta per 3-0 (25-16;2510;25-17) per mano della Turchia.

Domani l’Italia schiera le prime grandi punte.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*