ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Copa America: Paraguay ok con la Giamaica, e Aguero stende la Celeste
Copa America: Paraguay ok con la Giamaica, e Aguero stende la Celeste

Copa America: Paraguay ok con la Giamaica, e Aguero stende la Celeste

Copa America, la scorsa notte si è definita meglio la situazione del gruppo B: il Paraguay ha fatto fuori la Giamaica 1-0. Stesso risultato dell’attesa Argentina-Uruguay.

Non sono bastati il cuore e il sacrificio alla squadra caraibica contro il favorito Paraguay, che ottiene 3 punti d’oro in chiave qualificazione.

La frittata combinata dal portiere Kerr, che al 35’ regala il gol vittoria a Benitez, è la sentenza definitiva per i Reggae Boyz, che escono eliminati dalla manifestazione ma comunque a testa alta.

Qui l’immagine del goal decisivo:

https://www.youtube.com/watch?v=fnkhpNsHdGg

Per mezz’ora abbondante la squadra di Schafer gioca bene; il Paraguay è pericoloso solo con due tiri di Bobadilla e Santa Cruz che il portiere giamaicano blocca senza problemi. Poi, al 35’ arriva il gollonzo: rinvio goffo di testa di Kerr sul ginocchio di Benitez e l’Albirroja fortunosamente va in vantaggio.

La reazione della Giamaica è abbastanza sterile, il Paraguay sfiora pure il raddoppio con un bolide di Samudio al 60’. Poco altro prima del finale, in cui i caraibici sfiorano il clamoroso pari col tiro di McCleary che però finisce a lato. La Nazionale di Ramon Diaz è ora prima a 4 punti.

E lo è insieme all’Argentina, che nel “clasico” della Copa America ha ragione del coriaceo Uruguay. Una partita bellissima, tra due serie candidate al titolo finale.

La partita la risolve il Kun Aguero, ma la Celeste gioca comunque una signora partita, tatticamente intelligente e capace di mettere in scacco gli avversari: Gonzalez è una mosca nelle orecchie della pulce Messi, Rolan rientra a tutto campo infastidendo Rojo, e all’Argentina non bastano inizialmente le giocate di Pastore e Di Maria.

Il primo tempo è dunque in pieno controllo per l’Uruguay, l’Argentina non impensierisce più di tanto Muslera, anzi dopo mezz’ora perde pure per espulsione l’allenatore Tata Martino reo di aver troppo protestato contro l’arbitro brasiliano Ricci.

L’Argentina sembra sul lastrico, e invece al 56’ piazza la svolta: Zabaleta scende per la prima volta sulla fascia, crossa sul primo palo e Aguero è rapidissimo nell’anticipare Gimenez e infilare di testa.

https://www.youtube.com/watch?v=d-YxwxZDmTE

L’Uruguay cincischia e resta inconcludente sottoporta, specie quando poco dopo Rolan a porta vuota manda alta una corta respinta di Romero sul tiro di Maxi Pereira.

Alla squadra di Tabarez non basta il carattere gladiatorio; a godere è l’Argentina, che vince una battaglia vera e si rilancia in chiave qualificazione e vittoria finale.

 


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*