ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Calcio, un altro scandalo calcioscommesse: 7 arrestati, tra loro il patron Pulvirenti
Calcio, un altro scandalo calcioscommesse: 7 arrestati, tra loro il patron Pulvirenti

Calcio, un altro scandalo calcioscommesse: 7 arrestati, tra loro il patron Pulvirenti

Il mondo del calcio non ha pace. Un altro scandalo legato al calcioscommesse sconvolge il pallone nostrano. Sono state arrestate 7 persone, tra cui il presidente del Catania Pulvirenti.

Con il presidente dei rossoazzurri etnei sono finite in manette pure l’amministratore delegato Pablo Cosentino ed alcuni agenti di scommesse sportive e procuratori sportivi: Giovanni Impellizzeri, Piero Di Luzio, Fabrizio Milozzi e Fernando Arbotti. Arrestato anche nella sua abitazione di Francavilla al Mare l’ex direttore sportivo del Pescara, Daniele Delli Carri, ds del club etneo dallo scorso gennaio.

Arrestati dalla Digos della Questura siciliana (e ora posti ai domiciliari) nell’ambito dell’operazione di polizia ribattezzata “I treni del goal”, sono tutti ritenuti responsabili di frode in competizione sportive e di truffe.

Qui alcune intercettazioni:

L’accusa ritiene che alcune partite del Catania sarebbero state aggiustate ad hoc dietro il pagamento di somme di denaro per evitare la retrocessione della squadra etnea.

Le operazioni sono condotte dalla Digos di Catania su ordine della locale Procura Distrettuale della Repubblica, con l’ausilio di personale delle Digos di Roma, Chieti e Campobasso e del Compartimento della Polizia Postale di Catania.

Sull’inchiesta il presidente della Lega di Serie B Andrea Abodi ha espresso rincrescimento: «La prima reazione è sicuramente un grande dolore, perché lavoriamo ogni giorno per rendere comunque credibile e per aumentare la reputazione del nostro contesto, quindi questa è una notizia che ci lascia sgomenti»

Il patron rossoazzurro Antonino Pulvirenti si professa invece del tutto «estraneo» alle accuse contestate: «sono certo di potere dimostrare la totale estraneità ai fatti. Attraverso il suo legale Giovanni Grasso il presidente del Catania Calcio esprime «massima fiducia nella magistratura».Pulvirenti calcioscommessse

Il procuratore di Catania Giovanni Salvi durante la conferenza stampa di stamane ha detto «Almeno cinque partite, forse sei sono state truccate con somme di denaro versate a giocatori. Ci sono altre persone indagate, ma non faremo i nomi», ha detto Salvi.

Le partite finite nel mirino degli inquirenti sono Varese-Catania 0-3, Catania-Trapani 4-1, Latina-Catania 1-2, Catania-Ternana 2-0, Catania-Livorno 1-1 e, per una questione separata – hanno spiegato gli investigatori nella conferenza stampa a Catania – anche Messina-Ischia.

Anche la squadra dello Stretto è entrata pesantemente negli atti dell’indagine. Salvi ha spiegato che tra le altre persone indagate ci sono il proprietario del Messina Pietro Lo Monaco, l’ad Alessandro Failla e i giocatori Alessandro Bernardini (Livorno) Riccardo Fiamozzi (Varese), Antonio Daì (Trapani) e Matteo Bruscagin (Latina). Non sono al momento indagati giocatori del Catania.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*