ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Wimbledon, day 6: Wozniacki troppo forte, Giorgi Ko. Cade Kvitova
Wimbledon, day 6: Wozniacki troppo forte, Giorgi Ko. Cade Kvitova

Wimbledon, day 6: Wozniacki troppo forte, Giorgi Ko. Cade Kvitova

Seconda e ultima giornata dedicata al terzo turno dei Championships di Wimbledon, terzo Slam stagionale di scena sui campi d’erba dell’All England Lawn Tennis Club.

Va fuori l’ultima atleta italiana rimasta in tabellone: dopo Flavia pennetta, Francesca Schiavone, Karin Knapp e Sara Errani, anche Camila Giorgi deve dire addio al torneo britannico. Troppo forte si dimostra la numero cinque al mondo Caroline Wozniacki, peraltro già battuta dall’azzurra in occasione del terzo turno degli US Open 2013.

Il gioco istintivo e aggressivo della maceratese questa volta non funziona: troppo fallosa al servizio di fronte ad un’avversaria che invece è impeccabile nelle fasi fondamentali di gioco e finisce per avere la meglio con un doppio 62 in un’ora e tredici minuti di gioco.

“Ho commesso troppi errori, ho avuto troppo fretta. Soprattutto nel secondo set non sceglievo mai il momento gusto per accelerare”, è il commento deluso della ventitreenne italiana, comunque consapevole che il tempo è dalla sua e di chances, sull’erba più prestigiosa al mondo, dove peraltro si trova a suo agio, ne avrà ancora molte.

Un risultato di spicco, quest’oggi: cade la campionessa uscente Petra kvitova, fermata dopo un’intensa battaglia da Jelena Jankovic. Due ore di partita e 36 75 64 il punteggio in favore della serba, che contrariamente alle aspettative riesce a mettere in difficoltà la regina dell’erba. Dopo un primo set in cui la ceca sembra avere in mano il controllo della partita, la giocatrice slava sale in cattedra e trova i colpi giusti per affondare la due volte vincitrice dei Championships, costretta quest’anno ad inchinarsi anzitempo.

Nessun problema per Agneska Radwanska, che qui a Wimbledon vanta anche una finale persa contro Serena Williams: non le fa affatto paura l’australiana Casey Dell’Acqua, spazzata via per 61 64. E la imita, poco dopo, la svizzera Timea Bacsinszky, che contro i pronostici ha la meglio su Sabine Lisicki con un netto 63 62: la partita, già sul 4-0 per l’elvetica dopo meno di dieci minuti, scivola via senza la capacità della bella teutonica di riaprirla.

Giornata nera per i tedeschi, che perdono anche Angelique Kerber, uscita sconfitta dalla giovane spagnola Garbine Muguruza per 76 16 62, e Tatjana Maria, piegata dalla statunitense Madison Keys con un doppio 64. Approdano agli ottavi di finale anche la romena Monica Niculescu, che col punteggio di 63 75 riesce a piegare la ceca Kristýna Plíšková, e Magdaléna Rybáriková, che per 76 63 si impone su Olga Govortsova.

Clicca qui per i risultati del tabellone maschile.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*