ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Mosca 2015, è sciabola d’oro! Montano & Co stracciano la Russia
Mosca 2015, è sciabola d’oro! Montano & Co stracciano la Russia

Mosca 2015, è sciabola d’oro! Montano & Co stracciano la Russia

Secondo oro per l’Italia ai Campionati Mondiali di Scherma in corso a Mosca. Dopo il primo posto di Rossella Fiamingo nella spada femminile, ecco un bellissimo successo dei ragazzi della sciabola maschile, che si issano sul trono del mondo stracciando in finale la Russia davanti al pubblico di casa.

Aldo Montano, Luca Curatoli, Diego Occhiuzzi ed Enrico Berré demoliscono la fortissima avversaria in cui il solo neocampione iridato Yakimenko riesce a tener testa ai nostri. Ma la gara viene condotta dall’inizio alla fine e, nel momento dell’ultima stoccata targata Montano, è gioia Italia, a vent’anni dall’ultima affermazione a squadre della sciabola maschile.

Grande il rammarico che questi ragazzi non potranno mostrare il loro valore ai Giochi di Rio 2016 a causa di un assurdo regolamento che toglie questa prova ed il fioretto femminile a squadre dalle gare olimpiche.

Ottima la prova anche in semifinale, in cui i nostri riescono ad avere la meglio sulla Francia per 45-39. Precedentemente, vanno Ko anche la Romania del plurimedagliato Dolniceanu, sconfitta ai quarti per 45-32, la Repubblica Ceca per 45-10 agli ottavi ed il Messico per 45-32 ai sedicesimi.

Cercavo questa medaglia da quando sono entrato in squadra nel 2002” gioisce Aldo Montano, mentre Diego Occhiuzzi sottolinea come questo risultato ripaghi “il lavoro di tanti anni”. Nell’ultimo oro di 20 anni fa, figurava anche un tale Raffaello Caserta, fratello di Luca Curatoli che oggi, a 21 anni, è assoluto protagonista di questa scalata della sua squadra: “Il mio pensiero va a lui. Gli dedico questa medaglia. Non poteva esserci esordio migliore ad un Mondiale”.

Si ferma ai quarti il cammino delle ragazze di sciabola femminile. Il quartetto azzurro, formato da Irene Vecchi, Ilaria Bianco, Rossella Gregorio e Loreta Gulotta, riesce ad avere la meglio agli ottavi dell’Ungheria, nettamente battuta per 45-25, ma deve arrendersi ai quarti all’Ucraina. In vantaggio fino al terz’ultimo parziale, le italiane devono poi assistere alla rimonta delle avversarie, impostesi per 45-40. Oro alla Russia che batte l’Ucraina 45-41.

Comincia bene l’avventura delle squadre di spada. Centra i quarti il quartetto uomini composto da Enrico Garozzo, Paolo Pizzo, Marco Fichera ed Andrea Santarelli, che batte in successione il Marocco per 38-24 ai sedicesimi di finale e la Repubblica Ceca agli ottavi per 37-36 (ultima stoccata messa a segno da Marco Fichera nel minuto supplementare). chiamato a rimontare un passivo di due stoccate. Domani, ai quarti di finale, ci aspetterà la Francia testa di serie numero 1.

Ai quarti anche le spadiste guidate dalla bicampionessa mondiale Rossella Fiamingo e da Mara Navarria, Bianca Del Carretto e Francesca Boscarelli. Agli ottavi, battuto il Canada per 45-24. Domani assalto per conquistare il pass della semifinale: sarà ancora Italia-Francia.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*