ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour de France: sussulto Van Avermaet, Sagan eterno piazzato
Tour de France: sussulto Van Avermaet, Sagan eterno piazzato

Tour de France: sussulto Van Avermaet, Sagan eterno piazzato

Una sfida tra i due eterni piazzati in questo 2015, quella a cui si assiste sul traguardo di Rodez, tredicesima tappa del Tour de France 2015. Greg Van Avermaet e Peter Sagan sono gli assoluti protagonisti dell’impegnativo finale di corsa e, ad avere la meglio, è il corridore belga in forza alla Bmc Racing Team.

Sono sei gli atleti a centrare la fuga buona, subito dopo lo start. Si tratta di Cyril Gautier (Europcar), Alexandre Geniez (FDJ), Thomas De Gendt (Lotto-Soudal) e Wilco Kelderman (Lotto-Jumbo), cui si aggiungono, poco dopo, Nathan Haas (Garmin) e Pierre-Luc Périchon (Bretagne). 4’30” il vantaggio massimo dei fuggitivi, che vengono tenuti sotto controllo dal gruppo.

Primo sussulto di giornata si ha al traguardo volante, quando la lotta per la maglia verde tra Andre Greipel (Lotto Soudal) e Peter Sagan (Tinkoff-Saxo) si riaccende e vede vincente il primo (settimo dietro ai battistrada), che per un solo punto riesce ad rimpossessarsi provvisoriamente del simbolo di leader della classifica punti.

Brutta caduta di Jean Cristophe Peraud (Ag2R La Mondiale), che rimonta in bici nonostante le evidenti escoriazioni in diverse parti del corpo. Al primo GPM della Cote de Saint-Cirgue, in cui è De Gendt a transitare per primo, il gruppo si spezza in due tronconi e, complice anche una foratura, anche Vincenzo Nibali (Astana) rimane indietro. A poco più di 50 all’arrivo, comunque, di nuovo tutti compatti.

Poco altro succede fino a chilometri finali, se non il tentativo di allungo di De Gendt seguito da Gautier e Kelderman. Finisce ai meno 2 chilometri la loro avventura, inghiottiti dal gruppo che viaggia ad altissima velocità. Allo sprint posto su una rampa insidiosa, Greg Van Avermaet parte molto lungo, portandosi dietro Peter Sagan (Tinkoff-Saxo), che sembra poter sorpassare il belga nei metri finali. E invece per lo slovacco ancora un secondo posto, l’ennesimo un questa Grande Boucle (unica consolazione, la nuova riconquista della maglia verde), mentre per il fiammingo finalmente un successo dopo tantissimi piazzamenti colti in primavera.

Terzo posto per Jan Bakelants (Ag2R La Mondiale), mentre il gruppetto, giunto a 7″, è regolato da Chris Froome (Team Sky) davanti ad un pimpante Vincenzo Nibali (Astana).

Ordine d’arrivo 13^ tappa: 1. VAN AVERMAET Greg BMC 04:43:42 2. SAGAN Peter TCS 00:00:00 3. BAKELANTS Jan ALM 00:00:03 4. DEGENKOLB John TGA 00:00:07 5. MARTENS Paul TLJ 00:00:07 6. FROOME Christopher SKY 00:00:07 7. NIBALI Vincenzo AST 00:00:07 8. CONTADOR VELASCO Alberto TCS 00:00:07 9. VALVERDE BELMONTE Alejandro MOV 00:00:07 10. VAN GARDEREN Tejay BMC 00:00:07

Classifica generale: 1. FROOME Christopher SKY 51:34:21 2. VAN GARDEREN Tejay BMC 00:02:52 3. QUINTANA ROJAS Nairo Alexander MOV 00:03:09 4. VALVERDE BELMONTE Alejandro MOV 00:03:58 5. THOMAS Geraint SKY 00:04:03 6. CONTADOR VELASCO Alberto TCS 00:04:04 7. GESINK Robert TLJ 00:05:32 8. GALLOPIN Tony LTS 00:07:32 9. NIBALI Vincenzo AST 00:07:47 10. MOLLEMA Bauke TFR 00:08:02

Finalmente ce l’ho fatta – grida Greg van Avermaet dopo l’arrivo – Questa vittoria significa molto per me“. “Gli ultimi cento metri sono stati davvero molto lunghi e quando ho realizzato che Peter Sagan fosse alla mia ruota, speravo non riuscisse a superarmi. E’ un grande corridore ed ho molto rispetto di lui”. Per la Bmc si tratta della terza vittoria in quest’edizione della Grande Boucle dopo i successi di Rohan Dennis nella crono inaugurale e del team nella cronosquadre.

Ho aspettato troppo, è stato un mio errore“, si rammarica Peter Sagan, che ancora non riesce a sbloccarsi in questo Tour 2015. “Ho allungato nella classifica a punti, è vero, ma non era quella la mia priorità oggi. Voglio la vittoria“.

“Tappa difficile” soprattutto per il caldo, ma tutto sotto controllo per Chris Froome, che tuttavia domani si aspetta “grandi attacchi” nei tre chilometri finali al 10%. “Spero di riuscire a superarli senza problemi”, afferma.

https://www.youtube.com/watch?v=NN3po3HKRoM


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*