ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > World League, oggi Serbia-Francia: la finale che nessuno si aspettava
World League, oggi Serbia-Francia: la finale che nessuno si aspettava

World League, oggi Serbia-Francia: la finale che nessuno si aspettava

Le sorprese nella Final Six di World League non finiscono mai. Dopo l’eliminazione di Italia e Brasile, in finale ci vanno le due squadre meno accreditate: oggi pomeriggio il verdetto.

Al cospetto rispettivamente degli USA detentori della World League e della Polonia campione del mondo, la Serbia e la Francia fanno il colpaccio e si aggiudicano il diritto a giocarsi la finale del torneo itinerante: chi vincerà oggi al Maracanazinho vincerà il titolo per la prima volta nella sua storia.

I serbi, che venivano dal gruppo con l’Italia, hanno eliminato i campioni uscenti americani con una garSerbia World Leaguea maiuscola e infinita: 3-2 al tie break (25-23; 25-21; 25-27; 20-25; 15-12).

Gli statunitensi hanno giganteggiato a muro (15 contro 9) e al servizio (9 contro 6), ma sono stati davvero troppo fallosi (34). Non sono bastati ai ragazzi di Spiraw le 21 marcature di Anderson e le 20 di Jaeshke.

Il protagonista assoluto di giornata è sempre lui, Aleksandar Atanasijevic (22 punti), accompagnati dalla coppia di Kovacevic che ne han messi giù 18 a testa.

L’altro capolavoro di giornata lo compie la Francia: i transalpini hanno fatto fuori la ben più quotata Polonia. Anche qui sfida spettacolare e ricca d’intensità terminata 3-2 con i seguenti parziali: 25-23; 25-23; 19-25; 22-25; 17-15.

Ngapeth e compagni, già quarti agli ultimi Mondiali, hanno confermato di essere la squadra rivelazione delle ultime 2 stagioni: contro la squadra del loro connazionale Antigà è arrivata infatti la 16esima vittoria stagionale nelle ultime 17 uscite ufficiali (compresa la vittoria a spese del Brasile nell’esordio) e ora i galletti di Tillie hanno la possibilità di giocarsi una World League mai vinta (finirono secondi nel 2009).

Vittoria al fulmicotone, per i francesi che erano andati in vantaggio 2-0 ma hanno tenuto duro nel tie-break. Protagonista indiscusso Antonin Rouzier (25 punti, 3 muri) supportato dal solito Ngapeth (19, 3 muri). Ai polacchi non sono bastate le 28 marcature del solito martello Kurek.

La finale di oggi pomeriggio mette dunque di fronte Serbia e Francia, due arsenali offensivi di prima qualità: da una parte Aleksandar Atanasijevic, dall’altra Earvin Ngapeth, due autentici bolidi al posto delle braccia per ognuno e grandi uomini spogliatoio.

Ma i duelli in campo saranno tanti: la coppia dei Kovacevic contro Rouzier e Le Roux; il muro serbo contro la capacità ricettiva dei Bleu. In campo ci sarà tanta, tanta Italia: mezza Serbia (Atanasijevic, Kovacevic, Podrascanin, Stankovic) e Ngapeth militano infatti nella nostra SuperLega.

È l’unica Italia che sarà in finale, purtroppo. Chi vince si aggiudicherà il premio di 1 milione di dollari per la propria federazione. Mica male, come bottino.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*