ULTIME NEWS
Home > Olimpiadi > Rio 2016 conia le monete ufficiali, ma che autogol: manca la ginnastica!
Rio 2016 conia le monete ufficiali, ma che autogol: manca la ginnastica!

Rio 2016 conia le monete ufficiali, ma che autogol: manca la ginnastica!

Come accade ormai per ogni edizione dei Giochi Olimpici, a partire da Helsinki 1952, lo Stato che ospita la manifestazione sportiva più prestigiosa a livello planetario è solito coniare monete celebrative al fine di lasciare un segno indelebile, anche alle successive generazioni, dell’evento a cinque cerchi che sta per disputarsi. Fu così anche per Roma 1960, i cui segni distintivi furono realizzati da illustri autori dell’epoca come Giacomo Manzù, ed è così per Rio 2016, per il quale è ormai cominciato il countdown (il 5 agosto 2016 la cerimonia d’inaugurazione).

Il comitato organizzatore della rassegna brasiliana ha da poco svelato al mondo le sue creazioni, dedicate agli sport inseriti nel programma olimpico. Quasi tutti, però, perché qualche mancanza è del tutto clamorosa. Pensiamo, in particolare, alla ginnastica che, sebbene sia uno dei tre sportassieme ad atletica leggera e nuoto – inseriti nella categoria A, viene letteralmente dimenticata.

Atletica e nuoto, quindi, inseriti a pieno titolo nell’elenco, così come lotta (da sempre simbolo delle Olimpiadi, nonostante più volte sia stata avanzata l’assurda ipotesi di vederla fuori dai Giochi), 100 metri e salto con l’asta sono celebrate con monete più pregiate (visibili in basso) da 10 real (denominazione del conio brasiliano). Cinque real il valore scelto per ciclismo, canottaggio e corsa, mentre pallavolo, calcio, beach volley, canoa, judo, basket, vela e le due new entry  golf e rugby sono effigiate in monete da 1 real.

Vi è poi la gamma dei francobolli, ma neppure qua vi è traccia della ginnastica. Ci si chiede se sia stata una clamorosa svista degli ideatori oppure si sia trattato di una scelta consapevole, quella di tenere fuori tale disciplina (non certo l’unica assente, sia chiaro, ma di sicuro la più importante) e se si preferirà correre ai ripari oppure lasciare tutto così com’è. Monete e francobolli sono in vendita presso la Banca Centrale del Brasile.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*