ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Under 21: scialbo 0-0 in Ungheria, ci sarà da lavorare per Di Biagio
Under 21: scialbo 0-0 in Ungheria, ci sarà da lavorare per Di Biagio

Under 21: scialbo 0-0 in Ungheria, ci sarà da lavorare per Di Biagio

La nuova Italia Under 21 pareggia 0-0 in Ungheria la prima amichevole del nuovo corso. Partita nel complesso molto abbottonata, con qualche fiammata dei nuovi azzurrini.

In mezzo alla girandola di sostituzioni, il ct Di Biagio ha avuto qualche buona risposta soprattutto dai nuovi arrivati: da Somma buon direttore della fase difensiva, a Kingsley Boateng – un cuore diviso tra l’azzurro e il Ghana dov’è nato – da Daniele Verde, sicuro talento della Roma ora al Frosinone, a Federico Bernardeschi, tra i più attesi nel prossimo biennio degli azzurrini (e anche nella prossima Serie A).

Nel complesso però la nostra Under 21 ha svolto il suo compito in modo molto semplice ed essenziale, tenendo complessivamente bene il 4-4-2 disegnato dal mister. Si dovrà ora creare il giusto amalgama in vista delle prime partite di qualificazione a Euro2017 (debutto contro la Slovenia).

L’undici titolare dell’Italia schierato a Telki era questo. Cragno; Conti, Somma, Vicari, Murru; Mandragora, Verre; Verde, Rosseti, Bernardeschi, Benassi.

Poca sofferenza e appena un paio di occasioni per i ragazzi di Di Biagio nella prima frazione, proprio con i due mancini Verde e Bernardeschi. Nella ripresa appena due fiammate, che portano il conto sull’1-1: quello delle traverse però. A colpirle da parte ungherese Mervo solo davanti a Scuffet, da parte italiana Benassi su cross di Barreca.

Bene la prima nella porta azzurra per il portierino di proprietà dell’Udinese, che si è scaldato i guanti anche su Kalmar, il magiaro più talentuoso. Uno 0-0 nel complesso giusto, e non è un dramma francamente che la nuova Under 21 all’esordio abbia pareggiato.

Di certo però, tra meno di un mese, l’8 settembre a Reggio Emilia contro la Slovenia, si farà veramente sul serio, e lì Di Biagio vorrà vedere le giuste risposte dal nuovo gruppo.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*