ULTIME NEWS
Home > Motori > MotoGP > MotoGP Brno, Rossi solo 3°: Lorenzo trionfa e lo riacciuffa
MotoGP Brno, Rossi solo 3°: Lorenzo trionfa e lo riacciuffa

MotoGP Brno, Rossi solo 3°: Lorenzo trionfa e lo riacciuffa

Tutto in un weekend. Jorge Lorenzo trionfa nel Gran Premio di MotoGP a Brno e riagguanta Valentino Rossi in testa alla classifica. Il Dottore finisce 3° .

El Martillo spagnolo ha così legittimato in gara – e in classifica – tutta la superiorità mostrata nei tre giorni del weekend ceco: pole position e record della pista, ottimo warm up e quinto successo stagionale. Nemmeno lo stesso Marquez, nonostante qualche tentativo iniziale, è riuscito a tenergli testa stavolta: ora il campione della Honda è a 52 punti dalla vetta del mondiale.

Per Valentino Rossi dunque questo di domenica è un bicchiere dolceamaro: il pesarese certamente ha limitato i danni ma non ha sfruttato al meglio la partenza dalla prima fila – evento raro, quest’anno, visti i problemi in qualifica della sua Yamaha. Certo, è arrivato l’undicesimo podio in stagione, ma per accappararsi l’ambita “decima” il Dottore ora dovrà sudare più del dovuto.

Anche perché al momento Rossi sarebbe “secondo tra i primi”: il pilota di Tavullia è infatti dietro a Lorenzo per minor numero di successi in stagione (cinque contro tre). Ora tra due settimane a Silverstone (stesso circuito della Formula Uno, la MotoGP vi correrà quest’anno e nel 2016) il duello sarà ancora più elettrizzante.

Giù dal podio, ma con due confortanti posizionamenti, ricompaiono le Ducati che tornano protagoniste per un giorno dopo un periodo molto difficile: 4° Iannone con la GP15, 6° il compagno Dovizioso che cede solo all’ultimo giro il quinto posto a un generosissimo Dani Pedrosa, che risale posizioni e finisce 5° nonostante un piede dolorante.

Nelle altre posizioni 7° Smith davanti ai fratelli Espargaro, con Pol a precedere Aleix. Vanno a punti anche Petrucci decimo, le Aprilia di Bautista, 13°, e Bradl, 14°, e Baz, con la Yamaha del rientrante Team Forward.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*