ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Mondiali Canoa, 2^ giornata: Italia, in finale le barche non olimpiche
Mondiali Canoa, 2^ giornata: Italia, in finale le barche non olimpiche

Mondiali Canoa, 2^ giornata: Italia, in finale le barche non olimpiche

Conclusa anche la seconda giornata dei Campionati Mondiali di Canoa / Kayak di Milano 2015. All‘Idroscalo del capoluogo meneghino sono andate in scena le qualificazioni di molteplici gare, che hanno visto prendere parte anche molti equipaggi italiani.

I migliori risultati odierni giungono da due imbarcazioni le cui gare non sono inserite nel programma olimpico. Nel C1 500 uomini, l’azzurro Carlo Tacchini supera brillantemente le qualificazioni dopo un testa a testa con il fuoriclasse tedesco Sebastian Brendel, che alla fine lo precede. Il secondo posto in 1.48.762 gli permette comunque di disputare domani la finale A.

Ottima la prova di Mauro Pra Floriani e Mauro Crenna nel K2 500 uomini: il riscontro cronometrico di 1.31.197 vale l’ingresso nella finale A ed il secondo posto in semifinale dietro l’Australia.

Altri azzurri centrano l’ingresso nelle semifinali. Norma Murabito, la veterana dell’intera spedizione femminile e già in gara ai Giochi Olimpici di Londra 2012, accede alle semifinali del K1 200 donne con la sesta posizione nella batteria vinta dalla russa Podolskaya. Bene anche Edoardo Chierini, che nel K1 200 uomini giunge secondo (36.193 il suo tempo), a 0.083 dal primo posto ottenuto dal ceco Filip Svab. Semifinale anche per Giulia D’Agostini nel C1 200 donne: quarta la sua piazza, con un gap di 6.040 dall’ungherese Takacs che vince la sua batteria.

Nicolae Craciun e Andrea Sgaravatto agguantano le semifinali del C2 200 uomini grazie al terzo posto nella batteria vinta dalla coppia russa. Stesso obiettivo raggiunto per Francesca Capodimonte e Federica Nolè nel K2 200 donne: sesta posizione in batteria. Avanza anche il C2 1000 uomini con Luca Incollingo e Daniele Santini, quarti in batteria. Più sofferenze del previsto, infine, per gli azzurri del K4 1000 uomini Nicola Ripamonti, Giulio Dressino, Albino Battelli e Alberto Ricchetti, una delle imbarcazioni di punta dell’Italia a Milano 2015, che si piazza al quinto posto col tempo di 3.00.781 nella batteria vinta dalla Repubblica Ceca in 2.59.964.

Accede solamente alla finale B, che purtroppo non varrà la lotta per le medaglie, Susanna Cicali nel K1 1000 donne, che fa segnare il quarto posto in 4.02.395. Eliminato il K4 500 donne composto da Francesca Capodimonte, Federica Nolè, Susanna Cicali e Giuliana di Bartolo, che non vanno oltre l’ultimo tempo in batteria, così come Riccardo Cecchini nel K1 500 uomini, ottavo e fuori dai giochi.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*