ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, preliminari: tracollo Lazio. Le italiane non passano più
Champions, preliminari: tracollo Lazio. Le italiane non passano più

Champions, preliminari: tracollo Lazio. Le italiane non passano più

Prima l’Udinese, poi dopo il Milan qualificato il Napoli e ora la Lazio. I preliminari di Champions League sono sempre più stregati per le italiane: negli ultimi 4 anni solo una volta è andata bene alle nostre.

Il tracollo fisico e nervoso della Lazio vista ieri sera all’opera a Leverkusen conferma che il calcio italiano manca ancora della giusta maturità per ritornare finalmente a livelli prestigiosi anche in Europa.

Il 3-0 subito dalla Lazio in effetti, per di più contro una tedesca (e sappiamo quanto pesi una qualificazione in più o in meno in termini di ranking UEFA) suona come una sentenza non solo sui biancocelesti, non ancora pronti per tornare nell’Europa che conta nonostante la grande stagione passata, ma su tutto il nostro calcio, sempre debole e velleitario al cospetto del resto delle squadre continentali.

Lo stesso atteggiamento mostrato in campo dagli uomini di Pioli ha lasciato a desiderare: forti dell’1-0 dell’andata firmato dai Keita, i biancocelesti speravano di poter reggere l’urto rossonero. E invece il Bayer ha controllato il pallino del gioco in lungo e in largo, costringendo la Lazio a difendersi piuttosto che attaccare.

Carente in fase d’impostazione e soprattutto sottoporta, la Lazio giocoforza ha finito per soccombere alle reti di Calhanoglu prima e Mehmedi poi, complici anche due clamorosi errori difensivi, il primo inaspettato di de Vrij e l’altro inspiegabile di Mauricio.

https://www.youtube.com/watch?v=fFo8K4kgKnk

Una débâcle insomma che costa cara: sia alla Lazio – che resta in Europa, ma retrocede in Europa League – sia per tutto il calcio italiano, che ancora una volta riesce a portare appena due squadre alla fase a gironi di Champions League. Un nulla rispetto, ad esempio, alle cinque spagnole, alle tre tedesche o alle tre inglesi.

Nel 2012 fu l’Udinese a rimanere appiedata, dopo la bella impresa a Londra contro l’Arsenal; nel 2013 il Milan invertì solo parzialmente la tendenza; lo scorso anno il Napoli venne silurato dall’Athletic Bilbao. Insomma, i preliminari per le italiane restano una cosa indigesta.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*