ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2016, tutte le anticipazioni sul percorso
Giro d’Italia 2016, tutte le anticipazioni sul percorso

Giro d’Italia 2016, tutte le anticipazioni sul percorso

Sarà svelato il prossimo 5 ottobre a Milano, da RCS Sport, il percorso ufficiale, ma del Giro d’Italia 2016, 99^ edizione della Corsa Rosa, possiamo già fornirvi numerose anticipazioni.

Già ufficializzate, dallo scorso mese di giugno, le prime tre tappe, che si svolgeranno in terra d’Olanda. Sarà la città di Apeldoorn a dare il via, venerdì 6 maggio 2016, all’evento, con una cronometro individuale di 8.1 km. Nelle due giornate successive, in programma due tappe in linea, la Arnhem – Nijmegen (180 km) e la Nijmegen – Arnhem (190 km).

E poi? Primo giorno di riposo per volare in Italia, in Calabria precisamente, per poi cominciare a risalire verso Basilicata e Campania. Previsto sin dalla prima settimana un arrivo in salita, a Montevergine di Mercogliano, nell’Irpinia, dove il Giro transitò per la prima volta nel 1962. Ormai certo anche l’arrivo su a Roccaraso il giorno seguente, per poi risalire verso nord dal versante Adriatico della penisola italiana.

Attraversate Marche ed Emilia Romagna con le sempre insidiose frazioni appenniniche, si entrerà in Veneto, a Treviso precisamente, per un traguardo posto ad Asolo. Da lì, deviazione ad est, in Friuli, con arrivo e successiva partenza di tappa a Cividale, intorno al quale saranno certamente scalate delle vette selettive (la più probabile sembra essere quella impegnativa del Porzus).

Immancabile il passaggio sulle Dolomiti altoatesine, che potrebbero essere rappresentate dal ritorno della specialità della cronoscalata, all’Alpe di Siusi molto probabilmente, e da altre montagne storiche, come Marmolada e Passo Pordoi.

A questo punto il Giro si trasferirà in Piemonte per le quattro tappe decisive che decreteranno il vincitore finale. La prima di queste, porterà i corridori dalla Brianza a Pinerolo, con le scalate alla Colletta di Cumiana e Prà Martino. Il giorno successivo sconfinamento in Francia, con ascesa al Colle dell’Agnello, una delle più dure salite del panorama internazionale (percorsa per tre volte al Giro, l’ultima nel 2007, e due volte dal Tour) e, dopo la picchiata, risalita verso Risoul.

Il penultimo giorno di corsa, decisivo ai fini della classifica generale, ancora montagne, tra cui il Colle Fauniera e Sant’Anna di Vinadio. Domenica 29 maggio il Giro d’Italia terminerà con la Cuneo – Torino, passerella finale che designerà il vincitore del trofeo Senza Fine edizione 2016.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*