ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, da domani si riparte: ecco lo speciale, con curiosità e nuovi acquisti
Serie B, da domani si riparte: ecco lo speciale, con curiosità e nuovi acquisti

Serie B, da domani si riparte: ecco lo speciale, con curiosità e nuovi acquisti

Con Cesena-Brescia di sabato sera (ore 20.45) scatta finalmente anche la Serie B 2015-16. 22 squadre, tra esse 3 ripescate. Ecco anticipazioni, curiosità e quadro sulla cadetteria.

Come si sa, il torneo sarebbe dovuto partire la sera del 21 agosto, ma il fallimento del Parma retrocesso dalla Serie A (e poi definitivamente naufragato con la ripartenza dalla Serie D della nuova società parmigiana) e le vicende di frode sportiva legate al calcio scommesse che hanno coinvolto il Catania e il Teramo – neopromosso dalla Lega Pro – hanno costretto il presidente della Lega Serie B Abodi a posticipare l’inizio del campionato.

Due settimane dopo, il quadro sembra essersi definitivamente assestato: il 4 agosto, dopo la mancata iscrizione del Parma, è stato riammesso il Brescia. Il 20 agosto il Tribunale nazionale della FIGC e il 29 la Corte d’Appello Federale del medesimo organo si sono espresse sia sul Catania sia sul Teramo.

Con la retrocessione degli etnei e degli abruzzesi, sono stati ripescati l’Ascoli (secondo nel girone B della Lega Pro 2014-15) e la Virtus Entella (sconfitta dal Modena nei play-out di Serie B dello scorso anno).

CURIOSITÀ. Con la revoca della promozione del Teramo, per la prima volta dal 2006 la Serie B non vedrà ai nastri di partenza nessuna squadra esordiente.

Il cartellino verde. Dalla terza, al massimo quarta giornata stando a quanto comunicato dalla Lega, ci sarà un’altra novità: il cartellino verde. Premierà in campo i bravi ragazzi della B.

Un cartellino, quindi, non punitivo: gli arbitri potranno esibirlo all’indirizzo di giocatori che si metteranno in evidenza per un gesto di fair play durante le partite. Alla fine della stagione chi avrà avuto il maggior numero di cartellini sarà premiato. Una bella novità, magari per stemperare le polemiche e promuovere la correttezza in campo.

Novità anche sui play-off. Per il primo punto: in caso di arrivo in finale di due squadre che hanno terminato il campionato a pari punti, se al termine delle due partite di finale le squadre avranno pari differenza reti si procederà prima ai tempi supplementari e poi se necessario ai rigori (anziché promuovere la squadra con la migliore classifica avulsa, come nelle precedenti edizioni).

Inoltre ci sarà spazio per un nuovo posticipo, la domenica alle 17.30, oltre ai confermati anticipo del venerdì e posticipo del lunedì.

Infine, una news molto gustosa: chi vincerà quest’edizione della Serie B giocherà un minitorneo europeo (manca il nome ufficiale, per ora si parla di “Champions B”: qui l’articolo dettagliato)

PRONOSTICO. La squadra che si candida a prima forza del campionato è probabilmente il Cagliari, retrocesso in Serie B dopo 11 stagioni di fila in Serie A.

I sardi, ora allenati da Massimo Rastelli, ripartono da una squadra di grande spicco: in porta è arrivato Marco Storari dalla Juventus, a centrocampo i vari Di Gennaro, Fossati e Munari, e in attacco Giannetti dallo Spezia, Melchiorri dal Pescara e il giovane di belle speranze Alberto Cerri. I quattro mori saranno la squadra da battere, visto il loro rinnovato blasone.

Anche il Cesena però vuole risalire immediatamente in Serie A: per farlo si è accaparrato Alfred Gomis in porta, Moussa Koné e le punte Ragusa, Ciano e Improta.

Tra le “esperte della cadetteria”, il Pescara intende ripetere la bella scalata dell’anno scorso, che l’ha portato a un passo dalla Serie A (piegato nella finale play-off dal Bologna solo per una peggiore classifica avulsa).

Alla corte di Massimo Oddo è arrivato un mix di gioventù e di esperienza: da Mandragora a Verre, fino alle punte Mattia Valoti, Lapadula (l’anno scorso bomber del Teramo) e il capocannoniere della B dello scorso anno Andrea Cocco, 20 reti con la maglia del Vicenza.

Si è rinforzato anche il Livorno, una delle grandi deluse della scorsa stagione (fuori anche dai play-off). Tra i labronici spiccano gli arrivi di Carlo Pinsoglio, Luca Antonini (svincolato dal Genoa), Andrea Gasbarroni e di Gianmario Comi e Cristian Pasquato. Stavolta Christian Panucci non ha più scuse.

Il Vicenza dei miracoli di Pasquale Marino riparte invece dagli svincolati Andrea Mantovani in difesa e Michele Pazienza a centrocampo e da un attacco rinforzato da Pettinari, Galano e Nicola Pozzi. I biancorossi vogliono tornare seriamente in Serie A, dopo l’exploit dello scorso anno.

Sulla panchina del Modena siede invece un altro grande del calcio italiano del recente passato: Hernan Crespo, alla prima grande panchina dopo l’esperienza col Parma Primavera. Il suo Modena potrà contare su Ivan Provedel e sugli esperti Belingheri e Bentivoglio a centrocampo. Obiettivo, salvezza tranquilla.

Nutre ambizioni di Serie A anche l’Avellino di Attilio Tesser, che riparte dai nuovi Nica, Rea e Nitrianský in difesa. Occhio a centrocampo al giovane Samuel Bastien (proveniente dall’Anderlecht); in attacco invece ecco Roberto Insigne, fratello di Lorenzo, e soprattutto Ciccio Tavano, desideroso di tornare alla doppia cifra personale.

Capitolo Perugia: il Grifone si è rafforzato con gli arrivi di Rosati in porta, Volta in difesa, Guberti e Salifu (Fiorentina) a centrocampo, e con le punte Samuel Di Carmine e Alexis Zapata (interessante prospetto dell’Udinese).

Uno dei colpi più importanti l’ha messo a segno lo Spezia di Nenad Bjelica: in riva al golfo ligure è arrivato Emanuele Calaiò. Con l’Arciere i bianconeri possono tranquillamente nutrire sogni di Serie A, dopo tante stagioni passate a ridosso della zona play-off.

Tanti volti nuovi nella Ternana: perso Bojinov, le Fere hanno acquistato Mazzoni in porta, Alejandro Gonzalez in difesa e i centrocampisti Busellato, Manuel Coppola e Franco Signorelli. In attacco è arrivato la giovane promessa Cedric Gondo, in prestito dalla Fiorentina: classe ’96 appartenente alla grande scuderia di Mino Raiola. E un motivo ci sarà.

Anche il Trapani di Serse Cosmi ha cambiato tanto: dal portiere Nicolas al difensore Fazio, dai centrocampisti Eramo e Sodinha fino al bomber Ernesto Torregrossa in attacco.

Mercato di tutto rispetto, quello tessuto dal Latina: in nerazzurro sono infatti arrivati in un colpo solo Minala dalla Lazio, Jefferson – tornato dopo il prestito al Livorno – e soprattutto gli esperti Marchionni a centrocampo e Corvia in attacco. Mark Iuliano ha una rosa più che discreta a disposizione.

Torna invece al Crotone dopo 10 anni Matteo Paro; sbarcano in Calabria anche Sabbione dal Carpi e Tounkara dalla Lazio.

Tra le piccole, la Pro Vercelli ingaggia il portiere Pigliacelli, il difensore Elia Legati e il già bianconero Nunzio Di Roberto.

Guido Marilungo riparte invece dalla Virtus Lanciano, che prende anche Raffaele Pucino in difesa e il valido centrocampista Zé Eduardo.

Capitolo neopromosse. La Salernitana del patron Lotito mette a segno diversi colpi in tutti i reparti: Strakosha per la porta, Andrea Rossi e Raffaele Schiavi in difesa, Troianiello a centrocampo, più un attacco praticamente tutto nuovo: Russotto, Sciaudone e Massimo Coda.

Mercato di tutto rispetto per il Como, che prende in prestito il giovanissimo Simone Scuffet dall’Udinese e i vari Federico Gerardi, Madonna e soprattutto il fortissimo Giulio Ebagua in attacco.

I piemontesi del Novara danno fiducia a Troest per la difesa, ai centrocampisti Francesco Signori dal Modena e Davide Faraoni, in prestito dall’Udinese, e alla punta Andrej Gălăbinov dal Livorno.

Capitolo ripescate: il Brescia ha preso in tutta fretta Paolo Castellini e Michele Somma per la difesa, Kupisz a centrocampo e le punte Giovanni Abate e Alexandre Geijo (Udinese). Arrivano all’Entella il portiere Iacobucci, il centrocampista Jadid e soprattutto l’esperto Francesco ‘Ciccio’ Caputo dal Bari. In fase di costruzione anche il nuovo Ascoli, che intanto ha preso per l’attacco Alberto Petagna.

Con delle squadre del genere, insomma, la nuova Serie B si annuncia più interessante e scoppiettante più che mai. Si comincia da domani, e fino al 20 maggio 2016 sarà spettacolo assicurato.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*