ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A probabili formazioni 3ᴬ giornata
Serie A probabili formazioni 3ᴬ giornata

Serie A probabili formazioni 3ᴬ giornata

Dopo la lunga pausa per le Nazionali, riprende oggi finalmente anche la Serie A. Queste tutte le probabili formazioni della 3ᴬ giornata, anticipi e posticipi compresi.

SERIE A PROBABILI FORMAZIONI

Inizia la Fiorentina, di scena al Franchi contro il Genoa.

FIORENTINA: Paulo Sousa si fida ancora di Kalinic, e dovrebbe proporre il croato in tandem con Pepito Rossi (ritorno dal primo minuto) con Ilicic dietro le punte.

GENOA: Dall’altra parte Gasperini vuole insistere sul 3-4-3: sulla linea d’attacco dovrebbero vedersi ancora Ntcham e Pandev, insieme alla sorpresa Diego Capel.

FIORENTINA-GENOA (ore 18)

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Astori; Gilberto, Borja Valero, Mario Suarez, Marcos Alonso; Ilicic; Kalinic, Rossi.

Genoa (3-4-3): Lamanna; De Maio, Burdisso, Izzo; Cissokho, Tino Costa, Rincon, Laxalt; Ntcham, Pandev, Diego Capel.

 

In contemporanea al Matusa va in scena Frosinone-Roma. Prima sfida di spessore per i ciociari di Stellone, chiamati a fare la prima grande impresa della loro storia in massima serie.

FROSINONE: Con Gori out, al centro dovrebbe esserci Chibsah. In avanti al fianco di Dionisi c’è Daniel Ciofani.

ROMA: privo di Pjanic, Garcia è tentato di schierare un offensivo 4-2-3-1: De Rossi e Keita a fare da diga; tris di trequartisti (si rivede Gervinho) e Totti falso nueve. Dovrebbe esserci panchina almeno inizialmente per Salah e Džeko.

FROSINONE-ROMA (ore 18)

Frosinone (4-4-2): Leali; Rosi, Diakité, Blanchard, Pavlovic; Paganini, Chibsah, Gucher, Soddimo; Ciofani, Dionisi.

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Maicon, Rudiger, Manolas, Digne; De Rossi, Keita; Iago Falqué, Iturbe, Gervinho; Totti.

 

In serata la Juventus ospita il Chievo: unico imperativo categorico i tre punti per cancellare qualsiasi prospetto di crisi.

JUVENTUS: Tra i bianconeri debutto dal primo minuto per Alex Sandro e Hernanes, in mezzo al campo torna pure Marchisio. In attacco Morata è in vantaggio su Mandzukic.

CHIEVO: con la squadra a punteggio pieno, a parte Gamberini al posto di Dainelli, Maran conferma lo stesso 11 favoloso che ha strapazzato la Lazio quindici giorni fa. Occhio ai tre davanti: Birsa-Paloschi-Meggiorini.

JUVENTUS-CHIEVO (ore 20.45)

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Alex Sandro; Pereyra, Marchisio, Pogba; Hernanes; Morata, Dybala.

Chievo (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Gamberini, Cesar, Gobbi; Castro, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Paloschi, Meggiorini.

 

Domani all’ora di pranzo c’è Verona-Torino. HELLAS: Hallfredsson non ce la fa, al suo posto Viviani in cabina di regia. Ballottaggi in difesa tra Helander-Marquez e Romulo-Pisano. Ancora out Pazzini, preferito Jankovic.

TORINO: emergenza difesa per Ventura: dopo Maksimovic out anche Moretti; Gaston Silva centrale al fianco di Glik e del rientrante Bovo. Avanti Belotti ha tante chances per giocare dal primo minuto.

VERONA-TORINO (ore 12.30)

Verona (4-3-3): Rafael; Pisano, Marquez, Moras, Souprayen; Sala, Viviani, Greco; Jankovic, Toni, Juanito Gomez.

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Gaston Silva; Bruno Peres, Acquah, Vives, Baselli, Avelar; Quagliarella, Belotti.

 

Alle 15 tutte le altre. C’è innanzitutto Maurizio Sarri che torna a far visita al suo recente passato: Empoli-Napoli è la gara degli ex, non solo il tecnico toscano ma anche Valdifiori e Hysaj.

EMPOLI: Giampaolo non cambia, a dispetto dei zero punti in classifica; unico cambio Laurini al posto di Zambelli. A centrocampo tentazione Paredes al posto di Zielinski.

NAPOLI: Sarri invece è alle prese con vari dubbi: alla fine però dovrebbe spuntarla Maggio su Ghoulam e l’ex Hysaj. E in attacco, chi al fianco di Higuain? Uno tra Callejon o Mertens. Si profila altra panchina per Gabbiadini.

EMPOLI-NAPOLI (ore 15)

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Tonelli, Barba, Mario Rui; Zielinski, Diousse, Croce; Saponara; Pucciarelli, Maccarone.

Napoli (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne; Higuain, Callejon.

 

PALERMO: si ferma Luca Rigoni, al suo posto Hiljemark più di Quaison. Pronto al debutto dal primo minuto Alberto Gilardino.

CARPI: Castori pensa a Zaccardo dal primo minuto. Fermi ai box Marrone, Spolli, Pasciuti e Iniguez. Ballottaggio in attacco per decidere il partner di Matos: Lasagna sembra in vantaggio su Wilczek, Mbakogu in panchina.

PALERMO-CARPI (ore 15)

Palermo (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, Gonzalez, El Kaoutari; Rispoli, Hiljemark, Jajalo, Chochev, Lazaar; Vazquez, Gilardino.

Carpi (3-5-2): Brkic; Zaccardo, Bubnjic, Gagliolo; Letizia, Lollo, Bianco, Fedele, Gabriel Silva; Lasagna, Matos.

 

SAMPDORIA: Zenga recupera sia Moisander che Correa; il primo è titolare in difesa al fianco di Silvestre, l’argentino invece si accomoda in panchina, visto il rodato schieramento con Soriano trequartista dietro al tandem Muriel-Eder.

BOLOGNA: idea spregiudicata per Delio Rossi: destro unica punta con una batteria di tre trequartisti, Mounier, Brienza e Giaccherini. Recuperato Gastaldello in difesa, ma l’ex doriano ripartirà dalla panchina.

SAMPDORIA-BOLOGNA (domenica ore 15)

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano, Cassani, Silvestre, Moisander, Regini; Fernando, Palombo, Barreto; Soriano; Muriel, Eder.

Bologna (4-2-3-1): Mirante; Ferrari, Maietta, Rossettini, Masina; Taider, Donsah; Mounier, Brienza, Giaccherini; Destro.

 

SASSUOLO: Floro Flores al posto di Politano. Questa l’unica variazione rispetto alla vittoria di Bologna, per i neroverdi che si ripresentano al Mapei Stadium da sorprendente capolista.

ATALANTA: tante incertezze per Reja in difesa: Paletta e Cherubin sono favoriti su Stendardo e Toloi. A centrocampo torna Carmona dalla squalifica; Denis in attacco va in panchina.

SASSUOLO-ATALANTA (domenica ore 15)

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Floro Flores, Defrel, Sansone.

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello, Paletta, Cherubin, Dramé; Carmona, De Roon, Kurtic; Maxi Moralez, Pinilla, Gomez.

 

LAZIO: Marchetti scalpita per riprendere il suo posto tra i pali. L’assenza di De Vrij ricombina la difesa: Mauricio-Gentiletti coppia centrale. Cataldi favorito a centrocampo su Milinkovic come tandem della diga con Parolo. Debutto dal primo minuto per Matri: a supporto Candreva, Mauri e uno tra Lulic e Felipe Anderson.

UDINESE: Wague e Kone rispettivamente favoriti su Heurtaux e Badu. Iturra stringe i denti e ci sarà. Davanti spazio a Di Natale-Zapata.

LAZIO-UDINESE (domenica ore 18)

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Parolo, Cataldi; Candreva, Mauri, Lulic; Matri.

Udinese (3-5-2): Karnezis; Wague, Danilo, Piris; Edenilson, Kone, Iturra, Bruno Fernandes, Adnan; Zapata, Di Natale.

 

Infine l’attesissimo derby della Madonnina, la sfida tra i due amici (ora nemici) Mancini e Mihajlovic.

INTER: se Miranda non dovesse farcela, Mancini dovrebbe optare per Medel centrale di difesa, con capitan Ranocchia ancora in panchina. Sulla fascia sinistra Juan Jesus, con Telles in panchina. Melo al debutto da perno in mediana, Jovetic largo a sinistra nel tridente.

MILAN: Miha rilancia capitan Montolivo. Il playmaker ex Fiorentina manderebbe De Jong in panchina. Poli e Kucka ai lati, anche se non è scartata l’ipotesi con Bonaventura mezz’ala e Honda sulla trequarti. In avanti ovviamente Bacca-Luiz Adriano.

INTER-MILAN (domenica ore 20.45)

Inter (4-3-3): Handanovic; Santon, Medel, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Felipe Melo, Kondogbia; Jovetic, Icardi, Perisic.

Milan (4-3-1-2): Diego Lopez; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Poli, Montolivo, Kucka; Bonaventura; Bacca, Luiz Adriano.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*