ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > EuroBasket 2015: Grecia e Francia sul tappeto, la Spagna ringrazia Gasol
EuroBasket 2015: Grecia e Francia sul tappeto, la Spagna ringrazia Gasol

EuroBasket 2015: Grecia e Francia sul tappeto, la Spagna ringrazia Gasol

Prima giornata di ottavi, a EuroBasket 2015. Un po’ a sorpresa la Slovenia viene eliminata dalla Lettonia; nelle altre gare pronostici rispettati, avanzano Grecia, Spagna e Francia.

Nel primo ottavo, la Lettonia è riuscita a staccare il pass per i quarti: Slovenia battuta 73-66 dai baltici e Dragic e compagni dicono addio all’Europeo.

Partita giocata praticamente alla pari per tre quarti; ai 10’ dalla fine le due squadre sono arrivate sostanzialmente appaiate (55-52); poi, trascinati da Strelnieks (17 punti finali a referto) e da Berzins (13), i lettoni hanno preso il largo con un parziale di 7-0; sloveni in affanno (Dragic 17 punti) e incapaci di rientrare.

Tutto rispettato come detto nelle altre partite. La Grecia di Spanoulis – e non solo – si sbarazza facilmente del Belgio accelerando dopo l’intervallo con un parziale di 23-11 e chiudendo col punteggio di 75-54.

Ottima la prestazione di Ioannis Bourousis (14 punti), e in più altri due protagonisti: Kostas Koufos (13 p e 9 r) ma soprattutto Giannis Antetokounmpo (doppia doppia con 10 punti e 10 rimbalzi). Ai nordeuropei non bastano i 14 punti di Gillet e i 13 di Van Rossom.

Uno stratosferico Pau Gasol consente invece alla Spagna di spezzare la resistenza della Polonia e volare ai quarti: 30 punti per il cestista dei Bulls (incredibile 6/7 da tre) e finale 80-66. Gli spagnoli hanno accelerato nell’ultimo quarto (parziale di 25-11) trovando anche i complessivi 15 punti di Mirotic e i 12 di Llull.

Onore però alla Polonia, ammirevole per l’orgoglio e la tenacia dimostrata nel resistere per 30’ ai superiori spagnoli: più di dieci giocatori a segno, ma solo Kulig raggiunge la doppia cifra. Wayczinski e Gortat si fermano a 9.

Vittoria infine per i padroni di casa, e campioni in carica, della Francia: Tony Parker e soci non deludono tutte le attese e spezzano le reni alla Turchia con un eloquente 76-53.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*