ULTIME NEWS
Home > Notizie > EuroBasket 2015: incredibile Lituania, Serbia k.o. 67-64!
EuroBasket 2015: incredibile Lituania, Serbia k.o. 67-64!

EuroBasket 2015: incredibile Lituania, Serbia k.o. 67-64!

Pronostico stravolto anche nella seconda semifinale di EuroBasket 2015: la Lituania fa fuori a sorpresa la Serbia di Sasha Djordjevic con una partita encomiabile, vinta 67-64.

La squadra baltica di Jonas Kazlauskas centra in un sol colpo la finale di EuroBasket e la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016: un colpaccio incredibile, per i verdegialli, che tornano in finale dopo l’argento di due anni (battuti in finale dalla Francia) e si giocheranno l’oro stavolta con la Spagna di Pau Gasol.

Un flop, per la Serbia, che era data proprio insieme ai francesi tra le favorite del torneo e che dunque dovrà passare attraverso il torneo preolimpico per andare a Rio: un’altra brutta avversaria sulla strada dell’Italia.

Tornando al match, Valanciunas è il top scorer lituano, ma probabilmente l’uomo migliore fra i baltici è Kuzminskas: autentico folletto onnipresente in attacco e in difesa, che mette a referto una quasi doppia doppia da 13 punti e 9 rimbalzi.

Tra le Aquile Bianche l’unico a salvarsi è Milos Teodosic, con 16 punti; male gli attesi Bjelica e Raduljica.

La Lituania ha di fatto condotto per tutto il match, salvo il sorpasso subito a inizio terzo quarto e firmato Teodosic-Raduljica. Ma di fatto alla squadra di Djordjevic è mancato non solo il mordente in fase difensiva, con Kalnietis a inventare, Valanciunas a colpire e Kuzminskas a piazzare i colpi decisivi.

La Serbia ha fatto poco, pochissimo dal campo, appena il 32,8% dal campo con un malinconico 19/58; non è bastata nemmeno la percentuale realizzativa dall’arco (21,0%, 6/28) migliore rispetto ai lituani: Teodosic e compagni stavolta non hanno giocato da squadra.

La differenza probabilmente sta tutta lì: la Lituania ha sorpreso i serbi con il giusto atteggiamento, contando su un Kalnietis agonisticamente in formissima (stupenda la stoppata su Bjelica lanciato a canestro nel terzo periodo) e sull’esperienza di altri giocatori chiave come Seibutis e Maciulis.

Un capolavoro, quello messo a segno da Kazlauskas, che si gode così una finale Europea inaspettata e il volo diretto per Rio.

Appuntamento ora alle finali di domani sera: Serbia-Francia alle 18.30 e Spagna-Lituania alle 21


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*