ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > EuroVolley 2015, Italia che peccato: le ragazze si arrendono alla Russia
EuroVolley 2015, Italia che peccato: le ragazze si arrendono alla Russia

EuroVolley 2015, Italia che peccato: le ragazze si arrendono alla Russia

L’Italia del volley femminile saluta anticipatamente EuroVolley 2015: nei quarti di finale le ragazze di Bonitta si arrendono 3-1 con la Russia; addio semifinale.

Una vera resa, quella delle giocatrici azzurre (28-30, 25-20, 23-25, 25-20), che sa di rimpianto: per larghi tratti della partita la nostra selezione tricolore ha giocato davvero alla pari contro le campionesse europee in carica di Yuri Marichev.

È mancato però il giusto piglio nei momenti decisivi della gara, quel guizzo di cinismo che ha invece spinto le aitanti ragazze dell’Est a proseguire il loro percorso verso il sogno del bis.

Del Core e compagne pagano anche quest’oggi i frequenti black-out, purtroppo una delle costanti di quest’EuroVolley azzurro. Dopo essersi fatta rimontare nel primo parziale, l’Italia riesce a portarla ai vantaggi ma sul 27-27 dopo una difesa eccezionale delle nostre ragazze, l’arbitro vede un tocco a terra che in realtà non c’è: poco dopo la Russia va 1-0 e per le ragazze di Bonitta la strada è tutta in salita.

Bellissima la reazione azzurra nel secondo parziale: trascinata da una grande Guiggi e dall’innesto della veterana Del Core l’Italia allunga fino al 18-8. Le russe provano a rientrare, ma il margine è troppo ampio e le azzurre riescono a impattare il secondo set.

Anche nel terzo set le ragazze azzurre tengono testa alle russe (in cattedra Natalia Obmochaeva e Tatiana Kosheleva), riescono ad acciuffarle e a sorpassarle, da lì in avanti è una lotta agguerrita. La Del Core picchia sonoramente dopo le prestazioni scialbe degli ultimi giorni e ci tiene a galla: arriviamo addirittura al vantaggio sul 24-23; poi sul più bello la mancanza di cinismo, la Russia ne ha da vendere e ci punisce 25-23.

Equilibrato anche il quarto parziale: russe sempre avanti di un paio di lunghezze; Italia che, nonostante tutti gli sforzi, non riesce più a riagganciare le campionesse uscenti (si arriva massimo al 21-20) che volano via fino alla semifinale.

Top-scorer Kosheleva con 24 punti. Per l’Italia 17 di Lucia Bosetti e Cristina Chirichella, quest’ultima autrice di 3 ace e ben 8 muri.

ITALIA – RUSSIA 1-3 (28-30, 25-20, 23-25, 20-25)

ITALIA: Lo Bianco 1, C. Bosetti 4, Guiggi 12, Diouf 9, L. Bosetti 17, Chirichella 17. Libero: De Gennaro. Centoni 9, Malinov, Del Core 11, Tirozzi. N.e: Sorokaite, Arrighetti e Sansonna. All. Bonitta

RUSSIA: Pasynkova 3, Kosheleva 24, Zaryazhko 6, Obmochaeva 17, Fetisova 13, Kosianenko 1. Libero: Malova. Ilchenko 3, Malykh 1, Startseva. N.e: Orlova, Lyubushkina, Kuzyakina e Schcherban. All. Marichev

Arbitri: Huhtaniska (Fin) e Blyaert (Bel).

Spettatori: 3200. Durata Set: 42’, 30’, 33’, 30’.

Italia: 9 bs, 6 a, 19 m, 25 et.

Russia: 7 bs, 6 a, 20 m, 16 et.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*