ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B: la giornata dei crolli. Stasera Cesena-Spezia
Serie B: la giornata dei crolli. Stasera Cesena-Spezia

Serie B: la giornata dei crolli. Stasera Cesena-Spezia

Tanti crolli, nell’8ᴬ giornata di Serie B: il Cagliari ha perso a Novara; il Bari in casa della Ternana; il Trapani col Pescara. Lesto il Crotone, ora primo. Stasera Cesena-Spezia.

Senza colpo ferire, dunque, il Crotone si ritrova inaspettatamente e sorprendentemente in vetta alla cadetteria. Lo fa dopo aver travolto in casa il Livorno nella quarta vittoria consecutiva allo Scida. Un autentico fortino, per i rossoblù calabresi, mai così in alto da qualche stagione a questa parte.

La squadra di Ivan Juric ha travolto i labronici – che, se non sono in crisi, rischiano ora di essere inghiottiti dalla parte media della classifica – con una prova di grande ordine e di grande veemenza. A questo punto, il Crotone può essere raggiunto solo dallo Spezia (impegnato come detto in serata contro il Cesena alle 20.30).

Sì, perché il Cagliari sabato è scivolato a Novara colpito a morte da un gol bellissimo di Gonzalez: secondo ko consecutivo in trasferta per i sardi di Rastelli. Uno stop brusco, che però non frena le ambizioni-promozione della squadra dei Quattro Mori, ansiosa di tornare presto in Serie A.

Ha ceduto anche il Bari, schiantato 3-0 in Umbria da un’ottima Ternana, al secondo successo di fila in casa e ora non più ultima in casa. I rossoverdi di Breda si sono rimessi in carreggiata, a discapito proprio della squadra pugliese, che era reduce da tre vittorie di fila.

Brutto crollo pure per il Trapani di Serse Cosmi: il trio pescarese Lapadula-Benali-Caprari è risultato letale ai siciliani, che non perdevano in casa dal 17 gennaio, anche allora per mano del Pescara (2-4). I biancazzurri di Oddo hanno ottenuto invece la loro seconda vittoria di fila in trasferta: un segnale incoraggiante per chi vuole risalire in fretta la china (e la classifica).

Brusco stop infine anche per un’altra pretendente alla Serie A, il Vicenza: la Pro Vercelli del nuovo tecnico Foscarini ha battuto i biancorossi 2-1. Da segnalare il ritorno al gol di Marchi proprio contro la squadra a cui il 2 aprile scorso aveva segnato la sua ultima rete.

Vittorie che valgono come ossigeno per l’Entella (1-0 a una Salernitana anonima), per il Lanciano (1-0 al Como con rigore allo scadere e in rete dopo 5 partite d’astinenza) e per il Modena (2-1 all’Ascoli con doppietta di Mazzarani su rigore).

Nel posticipo di ieri, il Latina ha fatto fuori in rimonta il Perugia: 2-1 il finale. Risultato molto positivo per gli uomini di Iuliano (espulso durante il match): i pontini sono ora nel gruppo delle migliori in classifica; il Grifo invece è ancora nella zona rossa.

Zona rossa dove è ancora confinato l’Avellino, che venerdì ha dato spettacolo nello scoppiettante 3-3 del Partenio contro il Brescia: due volte in vantaggio, due volte rimontato, fino a rischiare di soccombere sotto i colpi delle Rondinelle, gli irpini si sono salvati per il rotto della cuffia ma sono ora penultimi.

Stasera la sfida in bianconero: se lo Spezia dovesse vincere, i liguri andrebbero primi nella graduatoria; ma il Cesena non ha intenzione di restare a guardare, perché sa che una vittoria lo rilancerebbe ancor di più in chiave promozione.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*