ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie A, Bologna-Inter 0-1: un guizzo d’Icardi vale la vetta
Serie A, Bologna-Inter 0-1: un guizzo d’Icardi vale la vetta

Serie A, Bologna-Inter 0-1: un guizzo d’Icardi vale la vetta

Nell’anticipo della 10ᴬ giornata di Serie A, l’Inter torna da Bologna con tre punti in cassaforte grazie a Icardi, che rompe il suo digiuno: nerazzurri per ora primi.

Da tre turni l’Inter non vinceva, dopo i fasti delle primissime giornate che avevano portato il Biscione in vetta in solitaria al campionato. Mancini dunque – nonostante l’espulsione per un litigio insistito con l’arbitro Banti – può tirare un sospiro di sollievo: la vittoria è arrivata, il suo bomber principe si è sbloccato e ora si può guardare all’anticipo di sabato a Roma con rinnovata fiducia.

All’Olimpico però, in un big match che potrebbe valere quasi una stagione, il tecnico jesino dovrà fronteggiare l’assenza per squalifica di Felipe Melo: il brasiliano ne ha combinata oggi una delle sue, e non solo si è beccato il giallo – era in diffida – ma ha rimediato perfino il rosso per somma di ammonizioni. Troppo temperamento, dirà qualcuno…

Quel che è importante però è che l’Inter sia tornata a vincere, mostrando grande orgoglio nonostante l’inferiorità numerica e resistendo fino alla fine agli assalti disperati di un Bologna in posizione di classifica a dir poco drammatica.

Strepitoso l’intervento con cui Handanovic ha negato la gioia del gol a Destro all’ultimo secondo di recupero: una prodezza che blinda la porta e ridà il sorriso all’ambiente. L’Inter insomma è tornata: quella delle prime 5 giornate, brutta da vedere ma capace di strappare punti agli avversari.

Al contrario invece il Bologna è alle corde: in 10 giornate questo è stato il k.o. numero 8. Delio Rossi ha le ore se non i minuti contati.

Saputo oggi in tribuna sta pensando a una nuova conduzione tecnica, e domenica nella delicata sfida all’Atalanta sulla panchina rossoblù potrebbe esserci qualcun altro. Si vocifera di Donadoni, ma solo le prossime ore toglieranno qualsiasi dubbio.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*