ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Euro 2016, spareggi: Ucraina e Svezia (Ibra) staccano il pass
Euro 2016, spareggi: Ucraina e Svezia (Ibra) staccano il pass

Euro 2016, spareggi: Ucraina e Svezia (Ibra) staccano il pass

Ucraina e Svezia. O meglio Ucraina e Ibrahimovic. Sono loro le ultime due nazionali qualificate a Euro 2016. Eliminate Slovenia e Danimarca.

Le due formazioni entrano dunque nell’elenco delle 24 qualificate: gli ucraini vanno in seconda fascia – la stessa dell’Italia; agli svedesi va bene la terza

SLOVENIA-UCRAINA 1-1

Alla Slovenia di Katanec non basta l’orgoglio; l’Ucraina invece supera finalmente il tabù playoff (finora ne avevi persi 5 fra Mondiali ed Europei). In una partita nervosissima e agonisticamente valida – gialli e risse sin dal 30” – sono i biancoverdi a passare in vantaggio.

A siglare il vantaggio è il capitano – e difensore del Chievo – Bostjan Cesar, che batte Pyatov e dà fiato alle speranze di rimonta di una Slovenia povera di “italiani” (in campo ci sono anche, e solamente, Handanovic e l’altro clivense Birsa). I padroni di casa ci mettono tanta intensità; gli uomini di Fomenko, Konoplyanka e Yarmolenko in primis, soffrono almeno nel primo tempo.

Nella ripresa però la Slovenia non riesce a trovare il colpo del ko e l’Ucraina si registra, subendo il forcing finale senza troppe ambasce (il più pericoloso è ancora Cesar); Katanec mette in campo Ilicic, ma il gol non arriva.

Nei nervosissimi minuti finali invece arrivano l’espulsione di Brecko e il gol in contropiede di Konoplyanka all’ultimo secondo che smorza definitivamente le velleità della Slovenia e manda l’Ucraina in paradiso.

 

DANIMARCA-SVEZIA 2-2

Miracolo sfiorato, a Copenaghen. La Danimarca prima subisce l’uragano Ibra poi ha la forza di rialzarsi e di trovare almeno il pari, che però aumenta solo il rammarico dei biancorossi. La Svezia invece si aggrappa al suo micidiale fenomeno (11 reti fra girone di qualificazione e playoff) e vola in Francia in carrozza.

Ai gialloblù fa comodo, eccome, avere in casa un marziano che sa far tutto alla perfezione: Zlatan evade prima la marcatura di Kjaer e piazza l’1-0. È il gol che affossa la Danimarca, incapace di reagire con convinzione.

Ancora Ibrahimovic – appena un gol nei sette precedenti con la Danimarca – decide che bisogna scrollarsi di dosso questo “imbarazzante record” in negativo: al 31’ della ripresa arriva la perla su punizione che stende Kasper Schmeichel e manda la Svezia a Euro 2016.

Inutile infatti la reazione finale danese, che culmina con i gol di testa di Poulsen al 35′ e Vestergaard al 45′. Termina 2-2. A Morten Olsen, 15 anni sulla panchina della Danimarca, non riesce in un nuovo miracolo.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*