ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Bundesliga > Bundesliga: Bayern inComaniabile; il Dortmund fa quel che può
Bundesliga: Bayern inComaniabile; il Dortmund fa quel che può
Foto Reuters

Bundesliga: Bayern inComaniabile; il Dortmund fa quel che può

Un carrarmato irresistibile, un congegno perfetto: Il Bayern Monaco e la Bundesliga sono ormai una cosa sola anche grazie a Coman. Il Dortmund si è adeguato.

La squadra di Guardiola continua a macinare punti, gol, prestazioni eccellenti: dopo 14 giornate i bavaresi si ritrovano con appena un pareggio in cascina, quello di fine ottobre con l’Eintracht Francoforte. Per il resto, 13 successi, 42 gol fatti e appena 5 subiti.

Nei giorni scorsi una statistica ha stabilito che il Bayern potrebbe anche giocare senza Neuer: se anche non ci fosse stato il portierone tedesco, i rossoblù avrebbero avuto a questo punto della stagione appena 6 punti in meno mantenendo così la leadership del campionato tedesco.

Finora la porta del Bayern è stata centrata appena 24 volte: 24 volte in 14 partite. Giudicate voi. Anche nel 2-0 all’Hertha poi si è messo in luce, fra gli altri, Kingsley Coman: il giovanotto ex juventino ha firmato il raddoppio dopo il vantaggio del solito Muller.

Il francesino ha marcato la sua terza rete in Bundes e sta sempre più entrando negli schemi di Pep Guardiola. In attesa che torni a pieno regime il miglior Robben, a Monaco di Baviera possono dormire sonni tranquilli.

Il Borussia Dortmund ha dunque capito che, di fronte a questo Bayern, non si può far altro che adeguarsi e tirare la carretta con un registro, se non simile, almeno uguale: il gap fra le due grandi di Germania apertosi con il big match di metà ottobre sembra ormai incolmabile, ma i gialloneri viaggiano quasi con lo stesso attacco.

Diciannove reti subite, certo, ma ben 40 fatte: la squadra di Thomas Tuchel d’altronde ha il capocannoniere della Bundes, che da solo ha segnato ben 17 delle reti del BVB, ossia Pierre Aubameyang.

Altra doppietta dell’attaccante gabonese anche nel roboante 4-1 sullo Stoccarda del Signal Iduna Park e statistiche impressionante: praticamente Aubameyang ha fatto più gol delle partite che ha giocato quest’anno. E il Milan, che qualche anno fa ne deteneva il cartellino, forse si mangia le mani.

Insomma, in un campionato normale, il Borussia sarebbe tranquillamente primo. Ma quando c’è il Bayern di mezzo, il discorso è diverso.

Agguerrita la lotta per il terzo posto: in 4 punti ci sono ben 6 squadre. Dal Wolfsburg, solo 0-0 con l’Augsburg, all’esuberante Borussia Mönchengladbach (pirotecnico 3-3 con l’Hoffenheim), dal Bayer Leverkusen e lo Schalke 04 (1-1 nello scontro diretto) al ritrovato Amburgo (1-3 a Brema).

Ma il discorso MeisterSchale è un’altra storia: qualcuno comincia già a scriverci sopra un nome…


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*