ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Netanya 2015, 1^ giornata: argento 4×50 SL, bronzo Sabbioni e Detti
Netanya 2015, 1^ giornata: argento 4×50 SL, bronzo Sabbioni e Detti

Netanya 2015, 1^ giornata: argento 4×50 SL, bronzo Sabbioni e Detti

Ottimo inizio per l’Italia ai Campionati Europei di nuoto in vasca corta di Netanya 2015. È di tre medaglie – un argento e due bronzi – e diversi primati nazionali e personali il bottino al termine della 1^ giornata di gare.

A portare a casa la prima medaglia è Simone Sabbioni, che conquista il bronzo con nuovo record italiano nei 200 dorso1’50″75 il suo tempo, a fronte del 1’48″33 fatto registrare dal polacco Kawecki, oro, e del 1’49″84 dell’israeliano Toumarkin, argento. L’azzurro classe ’96 aveva già nelle qualificazioni migliorato il precedente primato, dando prova del suo ottimo stato di forma.

Poco dopo, è Gabriele Detti a lasciarsi finalmente alle spalle la sfortunata stagione, che l’ha costretto a saltare i Mondiali di Kazan, giungendo terzo nei 400 stile libero vinti dall’ungherese Peter Bernek in 3’35″46 davanti al tedesco Paul Biedermann, che paga errori nel finale e chiude a 3’35″96. L’Italiano sigla ancora un primato italiano3’37″22, ottenuto attraverso un gran finale.

La terza medaglia di giornata arriva in chiusura dalla staffetta 4×50 stile libero uomini: Federico Bocchia, Marco Orsi, Giuseppe Guttuso, Filippo Magnini si arrendono soltanto alla Russia: 1’23″49 dei vincitori, 1’24″44 degli azzurri d’argento, 1’25″01 della Bielorussia terza.

Gli altri risultati di giornata. Due italiani in finale dei 50 rana: il ritrovato Fabio Scozzoli e Andrea Toniato si ben comportano nelle qualificazioni, ma all’ultimo atto fanno segnare soltanto il settimo e l’ottavo tempo. A vincere l’oro è lo sloveno Damir Dugonjic, che in 26″20 beffa la star mondiale della vasca lunga Adam Peaty, secondo in 26″21. Terzo è Murphy in 26″35.

Parlano finlandese i 50 rana donne: merito della Laukkanen, oro in 29″71 davanti alla belga Lecluyse (29″84) e alla russa Ivaneeva (29″99). L’italiana Martina Carraro, protagonista del primato personale tanto al mattino quanto in semifinale, chiude settima in 30″52. Eliminata nelle qualificazioni Ilaria Scarcella.

Cade il primo record del mondo dei 400 misti donne: è ovviamente l’ungherese Katinka Hosszu a prendersi l’intera scena sin dal mattino (4’19″46), per poi comodamente controllare nell’atto conclusivo chiuso in  4’19″75. Squalificata la seconda classificata, la connazionale Jakabos, così sul podio finiscono la britannica Miley in 4’26″87 e la francese Grangeon in 4’27″31. Due le italiane in gara: Stefania Pirozzi (4’31″39), quinta, Luisa Trombetti (4’31″59), sesta.

Grandissima la prova di Matteo Rivolta nelle qualificazioni dei 100 farfalla: record italiano in batteria (49″72) e nuovo record italiano nel pomeriggio (49″55). In finale entra col miglior tempo davanti all’altro azzurro Piero Codia (50″19): grandi le aspettative per i due atleti.

Programma giovedì 3 dicembre
Batterie (ore 8)
200 stile libero M (Filippo Magnini)
50 farfalla F (Silvia Di Pietro, Ilaria Bianchi, Elena Gemo)
200 rana M (Luca Pizzini)
100 stile libero F (Erika Ferraioli, Federica Pellegrini, Aglaia Pezzato, Chiara Masini Luccetti)
100 dorso M (Simone Sabbioni, Niccolò Bonacchi, Lorenzo Mora, Luca Mencarini)
100 misti F (Ilaria Bianchi, Ilaria Cusinato)
400 misti M (Federico Turrini)
4×50 mista mista
1500 stile libero M (Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti)

Semifinali e finali (ore 16.30 con diretta su Rai Sport 2)
16:30 50 farfalla F semifinali
16:38 200 stile libero M finale
16:45 200 rana M finale
16:52 100 stile libero F semifinali
17:06 400 misti M finale
17:20 100 dorso F finale
17:25 100 dorso M semifinali
17:39 100 misti F semifinali
17:53 100 farfalla M finale
17:58 800 stile libero F finale
18:10 50 farfalla F finale
18:19 4×50 mista mista finale

Medagliere dopo la 1^ giornata.

 

Oro

Argento

Bronzo

TOTALE

1

 HUNGARY

2

2

2

 RUSSIA

1

2

3

3

 POLAND

1

1

3

 SLOVENIA

1

1

3

 FINLAND

1

1

6

 GREAT BRITAIN

2

2

7

 ITALY

1

2

3

8

 BELGIUM

1

1

8

 GERMANY

1

1

8

 ISRAEL

1

1

11

 BELARUS

1

1

11

 IRELAND

1

1

11

 FRANCE

1

1

TOTAL

6

6

7

19


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*