ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, 6ᴬ giornata: tutti i verdetti del mercoledì
Champions, 6ᴬ giornata: tutti i verdetti del mercoledì
Foto Epa

Champions, 6ᴬ giornata: tutti i verdetti del mercoledì

Conclusa la fase a gironi della Champions: oltre alla Roma, passano ai quarti l’Arsenal, il Chelsea e il Gent dei miracoli. Fuori Olympiacos, Porto e Valencia.

GRUPPO E

Roma-BATE (vedi articolo dedicato)

Bayer-Barcellona 1-1

Il Bayer Leverkusen deve accontentarsi dell’Europa League: alla Bayer Arena le Aspirine vanno a sbattere contro il Barcellona, che fa un gigantesco favore alla Roma. Partita decisa da due lampi nel primo tempo: a segno Messi, ben imbeccato da Rakitic, e Chicharito Hernandez su assistenza di Calhanoglu.

Nella ripresa Ter Stegen superlativo su parecchie conclusione dei tedeschi, a una manciata di secondi dalla fine Tah spreca malamente un’ottima occasione; squadra di Schmidt retrocessa in EL.

Classifica: Barcellona 14, Roma 6, Bayer Leverkusen 6, Bate Borisov 5.

 

GRUPPO F

Dinamo Zagabria-Bayern Monaco 0-2

Nel segno, come al solito, di Robert Lewandowski, e di chi altri? Il centravanti polacco fa il solito cecchino spietato e scardina la porta della Dinamo: prima con un colpo di testa in tuffo su cross di Müller poi con un bellissimo colpo sotto a pallonetto che colpisce i croati. E fanno sette centri in 6 partite: per niente male. Nel finale rigore sbagliato dallo stesso Muller.

Olympiacos-Arsenal 0-3

Letterale impresa dei Gunners, che vincono largamente in Grecia e si qualificano agli ottavi ottenendo il secondo posto proprio a discapito della squadra del Pireo.

È la partita di Olivier Giroud: tripletta eccezionale con tutti i segni del repertorio: colpo di testa su assist di Ramsey, sinistro chirurgico su passaggio dell’ex Campbell e infine rigore trasformato dopo la topica di Elabdellaoui. A Wenger va la gloria, all’Olympiacos non resta che l’EL.

Classifica: Bayern 15, Arsenal 9, Olympiacos 9, Dinamo Zagabria 6.

 

GRUPPO G

Chelsea-Porto 2-0

Un Chelsea da dottor Jekyll e Mr. Hyde: o meglio, da Mr. Mou. Lo Special One ritrova il vero Chelsea proprio contro il “suo” ex Porto, squadra con cui ha vinto la sua prima Champions e che col 2-0 di stasera condanna all’Europa League. I Dragoni ci mettono del loro: l’autogol di Marcano dopo la deviazione di Casillas su tiro di Diego Costa spiana la strada ai Blues, che poi con Willian blindano il risultato.

Dinamo Kiev-Maccabi Tel Aviv 1-0

Agli ottavi allora ci va la Dinamo Kiev, che batte col minimo scarto il Maccabi, scavalca il Porto ed esulta. Basta la zampata di Garmash a inizio partita per dare ai biancoblu di Serhij Rebrov

Classifica: Chelsea 13, Dinamo Kiev 11, Porto 10, Maccabi 0.

GRUPPO H

Gent-Zenit 2-1

Il Gent fa inciampare lo Zenit assoluto dominatore del gruppo H, rende vano il sogno russo del 6/6 ma soprattutto vola agli ottavi di Champions League.

Gli azzurri di Gand allenati da Hein Vanhaezebrouck entrano nella storia: sono la prima squadra belga a superare la fase a gironi nell’era della Champions League. Di Depoitre – gol molto bello, Dyzuba e Milicevic i gol che decidono l’incontro.

Valencia-Lione 0-2

Debutto amarissimo per Gary Neville sulla panchina del Valencia: i Taronges cadono clamorosamente in casa contro il Lione, che gioca con grande orgoglio nonostante il sicuro quarto posto e coglie uno 0-2 che relega i valenciani del Mestalla all’Europa League. Reti decisive di Cornet e Lacazette.

Classifica: Zenit 15, Gent 10, Valencia 6, Lione 4

(foto Epa)


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*