ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B, 20ᴬ giornata: a Cagliari il Natale più lieto
Serie B, 20ᴬ giornata: a Cagliari il Natale più lieto

Serie B, 20ᴬ giornata: a Cagliari il Natale più lieto

Completata la 20ᴬ giornata di Serie B: dopo il mezzo passo falso del Crotone ieri il Cagliari oggi ne ha approfittato subito. Il punto sul campionato cadetto.

La banda-Rastelli continua la sua scalata verso il ritorno, immediato, in Serie A: i rossoblù sbancano anche l’Arechi tana della Salernitana, 0-2 con un gol per tempo di Giannetti e Tello, e rimettono il cartello-Cagliari in vetta alla classifica della cadetteria.

I cagliaritani potranno dunque passare un Natale tranquillo, in attesa dell’ultimo turno – domenica al Sant’Elia contro la Pro Vercelli: la classifica li vede finalmente avanti al Crotone, frenato ieri da un nuovo pari, stavolta contro il Trapani.

La squadra di Juric sembra aver frenato dopo i fasti di ottobre-novembre: ieri il pari contro i siciliani, dopo il 2-2 di Latina. Calabresi in apparente stand-by: la trasferta di Chiavari in casa dell’Entella dirà molto sulle ambizioni di A della squadra rossoblù.

Dietro il Novara si è fermato per un turno, 0-0 col Cesena, ma gli azzurri di Marco Baroni partiti quest’estate con il -2 della penalizzazione di agosto sono l’altra vera sorpresa di questa prima parte di Serie B: in Piemonte sono in tanti ora a segnare i playoff, e si prepara la trasferta di Modena con grande fiducia.

Chi è in grande entusiasmo è un’altra grande decaduta: il Brescia. Richiamati in fretta e furia per il caos Parma e Teramo, i biancoblu di Boscaglia stanno affrontando una delle loro migliori stagioni degli ultimi anni in cadetteria e sono state capaci di espugnare ieri nientemeno che il San Nicola di Bari – altra squadra che punta forte sul ritorno in Serie A.

Galletti rimasti al palo, e Rondinelle che invece volano alla grande: l’1-2 in rimonta in terra pugliese porta la firma del vecchio – il grande veterano Andrea Caracciolo – e del nuovo – la scommessa in prestito dall’Udinese Geijo, 16 gol assieme e tanta voglia di stupire ancora (chiudendo il 2015 della rinascita magari in maniera trionfale al Rigamonti domenica con la Ternana).

Vuole chiudere in modo dignitoso l’anno solare anche il Pescara, che ieri grazie al solito Lapadula ha battuto pure il Modena: la squadra di Oddo è un’altra delle serie candidate ai playoff-promozione, e non ha certo intenzione di fermarsi.

Infine un cenno sulla zona-salvezza: il Como è già quasi spacciato, il Lanciano attardato di brutto (due 1-1 per entrambe, ieri, senza tanto da salvare), la lotta si sta facendo serrata fra Salernitana, Ascoli, Modena, Vicenza e Latina soprattutto.

Ma a rischiare ora è anche una “grande”: il Livorno di Bortolo Mutti – sconfitto in casa pure dall’Ascoli ieri. Crisi senza fine per i labronici. Si attende almeno uno scatto d’orgoglio domenica a Lanciano per salutare un 2015 deludente e chiudere dando i migliori auspici per l’anno che verrà.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*