ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Liga, 17ᴬ giornata: Barça e Atletico ok, Real pure ma tra i fischi
Liga, 17ᴬ giornata: Barça e Atletico ok, Real pure ma tra i fischi

Liga, 17ᴬ giornata: Barça e Atletico ok, Real pure ma tra i fischi

Torna la Liga dopo la sosta natalizia, e torna senza eccessivi scossoni: vincono tutte le grandi, dal Barça all’Atletico al Real. Ancora contestato Benitez.

Il 3-1 servito dalle merengues alla Real Sociedad non è servito infatti a cancellare i malumori di tutta la piazza madridista, che ormai mal digerisce la presenza del tecnico spagnolo ex Liverpool, Inter e Napoli sulla panchina del Bernabeu.

A togliere le castagne del fuoco, com’è ormai tipico da quella parte di Madrid, ci pensa Cristiano Ronaldo: prima CR7 sbaglia un rigore al 23’, poi ne insacca un altro, dopo più di 40’ di gioco, e sblocca una partita fino ad allora poco brillante per i madridisti; e infine, dopo il bellissimo tiro a giro di Bruma per il pareggio basco, insacca di sinistro al volo su calcio d’angolo il gol che sistema le cose per i blancos.

CR7 diventa CR57: cinquantasette come le reti segnate in altrettante partite nell’anno solare 2015 – una macchina del gol

A suggellare il successo nel finale, ci pensa Lucas Vazquez al primo gol in Liga su ottimo assist di Bale. Rafa Benitez però è tutt’altro che tranquillo: la panchina è solo apparentemente puntellata, a Madrid si continua a parlare di Zidane o di un clamoroso ritorno di Mourinho. La situazione è tutt’altro che chiara insomma.

Anche perché davanti si corre eccome. L’Atletico Madrid non si fa scappare l’occasione di riscavalcare i rivali storici e va a cogliere una vittoria importantissima a Vallecas: contro il Rayo Vallecano ci vuole un uno-due micidiale nel finale firmato da Correa e Griezmann. 0-2 per i colchoneros e Simeone che continua a viaggiare a gonfie vele con la difesa meno battuta del campionato (appena 8 reti).

In serata poi è arrivata la vittoria, manco a dirlo, del Barcellona che ha chiuso il suo 2015 da favola massacrando al Camp Nou il malcapitato Betis Siviglia: 4-0 firmato dall’autorete di Westermann e Leo Messi (500 partite con la maglia dei catalani) nel primo tempo, e dal solito incredibile Luis Suarez con una doppietta nella ripresa.

I blaugrana corrono all’impazzata e suggellano un anno solare strepitoso dopo due pareggi di fila e in attesa del recupero della gara con lo Sporting Gijon: proprio un mese fa, il 28 novembre contro la Real Sociedad, la squadra di Luis Enrique aveva colto il secondo 4-0 della stagione.

Ora, dopo l’ennesima scorpacciata di oggi, i blaugrana vedono il Pistolero Suarez salire a quota 13 nella classifica marcatori: il rivale CR7 e il compagno Neymar sono ad appena una lunghezza, aspettando anche che torni a segnare a valanga Leo Messi.

Nelle altre partite della giornata, in attesa di Villarreal-Valencia di domani alle 16, perde malamente il Celta Vigo in casa: l’Athletic Bilbao sbanca 0-1 il Balaidos con la rete di Garcia.

Bel successo invece del Siviglia di Unai Emery che si riaffaccia in zona-Europa con il 2-0 all’Espanyol (segna anche Ciro Immobile, secondo gol in Liga per lui) e aggancia al 5° posto in assoluto il Deportivo, frenato 0-0 dal Getafe. Bene anche l’Eibar, 2-0 allo Sporting Gijon.

Per tutti i risultati e la classifica aggiornata, consulta il nostro livescore.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*