ULTIME NEWS
Home > Mondiali > Koenigssee 2016, subito bronzo Italia: terzi Oberstolz-Gruber
Koenigssee 2016, subito bronzo Italia: terzi Oberstolz-Gruber

Koenigssee 2016, subito bronzo Italia: terzi Oberstolz-Gruber

Un avvio convincente, quello vissuto dall’Italia a Koenigssee 2016, edizione numero 46 dei Campionati Mondiali di slittinoChristian Oberstolz e Patrick Gruber conquistano la medaglia di bronzo nella prova sprint di doppio, che ha aperto la tre giorni dell’evento tedesco.

Un podio giunto con qualche minuto di ritardo: la coppia azzurra si classifica infatti in quarta posizione, ma la squalifica dei tedeschi d’argento Toni Eggert e Sascha Benecken permette loro di agguantare il prezioso podio che conferma quanto di buono già fatto in Coppa del Mondo (successo nella tappa di Park City).

Sono 396 i millesimi di ritardo dei nostri portacolori dalla coppia prima classificata, ovvero gli altri tedeschi Tobias Wendl e Tobias Arlt, campioni olimpici in carica, autori di un sensazionale 39.032. L’argento è per l’Austria guidata da Penz/Fischler, con un ritardo di 229 millesimi, mentre dodicesima è l’altra coppia azzurra Rieder/Rastner.

La gara a sprint, al debutto nella manifestazione iridata (già aveva fatto la sua comparsa in Coppa del Mondo), vede assegnati anche i titoli dei singoli maschile e femminile. Nel primo caso è Felix Loch a dominare: pronostico rispettato, dunque, per l’idolo di casa, atteso protagonista anche della gara clou di domenica.

Tempo di 38.574 per lo slittinista teutonico, che precede due connazionali: Andi Langenhan, a 220 millesimi, e Ralf Palik, a 234 millesimi. Deludono gli azzurri Dominik Fischnaller, Emanuel Rieder, Kevin Fischnaller e Theo Gruber, tutti eliminati nella manche di qualificazione.

Sorpresa tra le donne: se nessuna delle azzurre riesce a centrare la top 10, chi stupisce è la svizzera Martina Kocher, che si piazza davanti a tutte e conquista la medaglia d’oro davanti alle favorite Natalie Geisenberger e Dajana Eitberger.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*