ULTIME NEWS
Home > Nazionali > Euro Futsal 2016, anche il Kazakistan agli ottavi. Festa Azerbaijan
Euro Futsal 2016, anche il Kazakistan agli ottavi. Festa Azerbaijan

Euro Futsal 2016, anche il Kazakistan agli ottavi. Festa Azerbaijan

Match emozionanti e tanti gol nella 4ᴬ giornata di Euro Futsal 2016: il Kazakhistan, al debutto europeo, batte anche la Croazia e vola ai quarti. Ok l’Azerbaijan: 6-5 alla Rep. Ceca.

Partita combattuta e ricca di reti, quella che vede opposti il Kazakistan e la Croazia: a spuntarla per 4-2 sono gli esordienti, che sfruttano la vena realizzativa di Serik Zhamankulov, autore di una doppietta nel momento decisivo della partita.

Uomini di Cacau che strappano dunque il pass per i quarti; Croazia invece non è ancora eliminata, e costretta all’ultima spiaggia domenica nel match da all-in contro la Russia, partita che dovrà vincere con almeno due gol di scarto.

Botta e risposta nella prima fase del match, con i due gol di Douglas e Dinmukhambet Suleimenov che annullano gli effetti da pareggio della rete di Vedran Matošević. Poi appunto la rete di Zhamankulov, che mette in secondo piano e rende buona solo per le statistiche la rete di Josip Suton. Per il ct ex tecnico del Kairal Almaty è una bella soddisfazione.

Ora il Kazakistan attende di conoscere la sua avversaria, che potrebbe essere l’Italia… Nel match del gruppo D (quello degli azzurri), infatti, Azerbaijan-Rep. Ceca finisce 6-5, con il gol decisivo di Rafael Da Silva a 40” dalla fine. Azeri avanti per larghi tratti della partita, cechi che inseguono senza essere capace di tenere il pareggio.

Una battaglia, con 11 marcatori diversi e tante emozioni: non si può definire altrimenti una partita caratterizzata da 65 tiri cechi contro 43 cechi, e con un parziale di 21-18 di marca azera per i tiri nello specchio. Premiato dunque il coraggio dei ragazzi di Faustino Perez, che alla fine la spuntano e hanno già un piede agli ottavi.

Domenica all’Italia di Menichelli infatti basterà non perdere con la Repubblica Ceca per qualificarsi da prima del girone con gli azeri secondi: a meno di clamorosi cataclismi, il destino del Gruppo D sembra già scritto.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*