ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Premier League, Leicester altro capolavoro: City k.o. in casa 1-3!
Premier League, Leicester altro capolavoro: City k.o. in casa 1-3!

Premier League, Leicester altro capolavoro: City k.o. in casa 1-3!

Ranieri se la ride, eccome: il suo Leicester è inarrestabile, sbanca l’Etihad casa del City 1-3 e allunga proprio sui Citizens; ora è 1° a +5 sul Tottenham e +8 sull’Arsenal.

Un altro pomeriggio da raccontare a figli e nipoti, per tutte le Foxes, giocatori panchina e tifosi al seguito: questo Leicester certifica forse in una delle prove più belle della stagione di essere diventato grande, e pronto a sottrarre il trono alle grandi d’Inghilterra, con tutta quella concentrazione e quella ferocia determinata a continuare il suo grande sogno.

City annichilito: chi sperava nelle ultime partite della stagione di Pellegrini per vedere tornare il titolo nella parte celeste di Manchester viene ancora una volta deluso: con una difesa centrale imbarazzante (Otamendi e Demichelis da tregenda), uno Yaya Touré pallido parente della pantera di qualche anno fa e un Aguero lasciato solo a reggere la baracca.

Dall’altra parte, invece, tutto perfetto: se poi ad aprire e chiudere la giornata straordinaria delle Foxes ci penRobert Huth Manchester City-Leicester Premier Leaguesa addirittura un lungagnone tedesco, Robert Huth, che di mestiere fa il difensore, vuol dire che il destino quest’anno sta costruendo al Leicester un progetto a dir poco stupefacente.

Il vantaggio-Foxes lo firma proprio Huth al 3’, indovina sull’assist di chi? del solito Mahrez, che poi ha pure il coraggio di irridere la difesa-Citizens con un dribbling fulminante e battere Hurt per lo 0-2 che dà a lui il 14esimo gol stagionale e soprattutto fa calare il gelo sull’Etihad.

City senza spina dorsale e con Pellegrini che perde su tutta la linea; Ranieri invece non cambia di una virgola e alla fine ha di nuovo ragione: al 60’ Huth riprende l’ascensore e manda in paradiso i tifosi del Leicester assiepati lì vicino.

È un altro capolavoro, che il graffio di Aguero a una manciata di minuti dalla fine non può rovinare. Ora Ranieri dovrà essere bravo a frenare l’entusiasmo esagerato, e del tutto legittimo, che sta fermentando nei dintorni di Leicester. Un’impresa, nell’impresa di una stagione comunque andrà fantastica.

Nelle altre partite di giornata, c’è anche un’altra notizia: ora al secondo posto c’è il Tottenham di Pochettino, 1-0 al Watford firmato dal difensore Kieran Trippier. Kane e compagni ora gongolano: la Champions, con questi risultati, non è più un miraggio.

Da registrare poi lo scivolone del West Ham in casa del Southampton (1-0 con rete di Yoshida); lo 0-3 fulminante dell’Everton in casa dello Stoke (a segno in poco più di mezz’ora, insieme a Coleman e Lennon, anche il belga Lukaku ora a quota 16) e infine il 2-2 fra Liverpool e Sunderland che allunga la mezza crisi di Klopp (ai gol di Firmino e Lallana rispondono nel finale Johnson e Defoe).

Oggi, come si accennava, l’Arsenal in casa del Bournemouth e una grande classica, Chelsea-Manchester United: un tempo sarebbe stata roba da piani alti e da lotta scudetto, ora Blues vs. Red Devils sembra più che altro un derby olandese fra Hiddink e Van Gaal con poco altro da dire alla stagione.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*