ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of Qatar 2016, Kristoff rompe il ghiaccio
Tour of Qatar 2016, Kristoff rompe il ghiaccio
Foto: Tim de Waele/TDWSport.com

Tour of Qatar 2016, Kristoff rompe il ghiaccio

Arriva la prima stagionale di Alexander Kristoff. Il corridore norvegese del Team Katusha rompe il ghiaccio vincendo la seconda tappa del Tour of Qatar 2016 davanti a Mark Cavendish (Dimension Data), che si è aggiudicato la frazione inaugurale, e Roy Jans (Wanty – Groupe Gobert).

Un successo significativo, quello dell’atleta scandinavo, perché giunto sul tracciato che il prossimo ottobre ospiterà i Campionati Mondiali di Doha 2016. Kristoff c’è già ora e ci sarà in quell’occasione, pronto a giocarsi la maglia iridata. Ora è secondo nella generale alle spalle dell’uomo dell’Isola di Mann, che, in virtù degli abbuoni, conserva la maglia di leader.

Il primo tentativo di giornata viene portato avanti da Lieuwe Westra (Astana), Preben Van Hecke (Topsport Vlaanderen – Baloise), Gediminas Bagdonas (AG2R La Mondiale) e Brian van Goethem (Roompot Oranje Peloton), i quali, però, vengono ripresi dopo pochi chilometri dalle squadre dei velocisti, già in lotta per il primo sprint intermedio (vinto da Kristoff).

In seguito si assiste ad un frazionamento del gruppo, con sole ventuno unità che rimangono davanti, tra cui Edvald Boasson Hagen (Dimension Data), Andrea Guardini (Astana), Greg Van Avermaet (BMC) e Kristoff, mentre i vari Mark Cavendish (Dimension Data) e Sacha Modolo (Lampre – Merida) restano attardati. Il ricompattamento generale si ha a 60 km dalla conclusione, quando parte un nuovo tentativo ad opera di Preben Van Hecke e Gatis Smukulis (Astana).

I due vengono ripresi a dodici chilometri all’arrivo e ormai sembra tutto essere pronto per la volata quando, ai meno mille metri, una grossa caduta nella pancia del gruppo – qui il video – coinvolge molti corridori, tra cui Andrea Guardini e Sam Bennett (Bora-Argon 18), tagliati così fuori dalla volata. Volata che, come detto, vede la vittoria di Kristoff su Cavendish, mentre sono sesto e settimo i due italiani in top ten, Andrea Palini (SkyDive Dubai) e Sacha Modolo.

Qui il video della tappa. Domani la frazione che potrebbe rivelarsi decisiva: 11 km contro il tempo al Lusail Circuit.

Ordine d’arrivo 2^ tappa:
1. Kristoff (Katusha) 3:11:26
2. Cavendish (Dimension Data) m.t.
3. Jans (Wanty-Gobert) m.t.
4. Van Avermaet (BMC) m.t.
5. Boasson Hagen (Dimension Data) m.t.
6. Palini (Skydive) m.t.
7. Modolo (Lampre-Merida) m.t.
8. Looij (Roompot) a 6
9. Kiendys (CCC) m.t.
10. Kuznetsov (Katusha) m.t.

Classifica generale:
1. Cavendish (Dimension Data)
2. Kristoff (Katusha) a 5


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*