ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Tour of Oman 2016, Nibali re della Green Mountain
Tour of Oman 2016, Nibali re della Green Mountain
Foto: Tim de Waele/TDWSport.com

Tour of Oman 2016, Nibali re della Green Mountain

Primo squillo stagionale di Vincenzo Nibali. Il siciliano dell’Astana, il più atteso nella tappa regina del Tour of Oman 2016, non delude le attese e conquista la Green Mountain, la salita simbolo dell’intero Stato della penisola arabica. E con il successo odierno è sua anche la maglia di leader della classifica generale, con due tappe ancora da disputare.

La tappa, Knowledge Oasis Muscat – Jabal Al Akhdhar, di 177.00 km, è un lungo avvicinarsi dei corridori all’ascesa finale. Vani, infatti, tutti i tentativi portati avanti nella prima parte di gara: il primo porta la firma di Kenny Dehaes (Wanty – Groupe Gobert), che prova a sorprendere tutti partendo poco dopo lo start, ma viene prontamente ripreso.

Poi altri dieci uomini – Davide Cimolai (Lampre – Merida) e Daniel Oss (BMC) Christoph Pfingsten (Bora-Argon 18), Iljo Keisse (Etixx – Quick Step), Simone Antonini (Wanty – Groupe Gobert), Robin Stenuit (Wanty – Groupe Gobert), Berden de Vries (Roompot – Oranje Peloton), Stijn Steels (Topsport Vlaanderen – Baloise), Bradley White (UnitedHealthcare Pro Cycling Team) e Michael Reihs (Stölting Service Group) – rimangono in avanscoperta fino ai piedi dell’ascesa finale.

Sulla Green Mountain, i primi a staccarsi sono Daniel Martin (Etixx – QuickStep) e Richie Porte (BMC), mentre il primo a rompere gli indugi è Eduardo Sepulveda (Fortuneo – Vital Concept), su cui si riportano Vincenzo Nibali (Astana) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale). E mentre l’argentino perde contatto, Nibali ha la meglio nello sprint a due sul francese, che si accontenta così della seconda posizione.

Al terzo posto ancora Astana con Jakob Fuglsang distanziato di 12″. Seguono Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) a 18″ e Alberto Rui Costa (Lampre-Merida) a 38″. Dodicesimo Domenico Pozzovivo (Ag2R La Mondiale) a 1’22”. Con la vittoria odierna Nibali si porta al comando della generale con 6″ di vantaggio su Bardet. Qui il video dell’ arrivo di tappa. Vittoria dedicata a Franco Gini, da parte del campione italiano: “Un tecnico che al ciclismo ha dato la sua vita [che] ha seguito e lanciato tanti ragazzi a questo sport”, ricorda lo Squalo.

Domani la quinta frazione, Yiti (Al Sifah) – Ministry of Tourism, 119.50 km: cinque i GPM previsti, tra cui la triplice scalata ad Al Amerat. L’ultimo scollinamento è a 13 chilometri al traguardo. In basso l’altimetria.

Ordine d’arrivo 4^ tappa:

1. ITA NIBALI Vincenzo ASTANA PRO TEAM 04h 25′ 48”
2. FRA BARDET Romain AG2R LA MONDIALE + 00′ 00”
3. DEN FUGLSANG Jakob ASTANA PRO TEAM + 00′ 12”
4. NED DUMOULIN Tom TEAM GIANT-ALPECIN + 00′ 18”
5. POR FARIA DA COSTA Rui Alberto LAMPRE – MERIDA + 00′ 38”
6. ERI KUDUS Merhawi DIMENSION DATA + 00′ 43”
7. NZL BENNETT George TEAM LOTTO NL – JUMBO + 00′ 43”
8. AUS CANTY Brebdan DRAPAC CYCLING + 00′ 45”
9. BEL DE TIER Floris TOPSPORT VLAANDEREN-BALOISE + 01′ 08”
10. NOR BOASSON HAGEN Edvald DIMENSION DATA + 01′ 10”

Classifica generale:
1. ITA NIBALI Vincenzo ASTANA PRO TEAM 16h 18′ 35”
2. FRA BARDET Romain AG2R LA MONDIALE + 00′ 06”
3. DEN FUGLSANG Jakob ASTANA PRO TEAM + 00′ 24”
4. NED DUMOULIN Tom TEAM GIANT-ALPECIN + 00′ 40”
5. POR FARIA DA COSTA Rui Alberto LAMPRE – MERIDA + 00′ 54”
6. NOR BOASSON HAGEN Edvald DIMENSION DATA + 01′ 16”
7. AUS CANTY Brebdan DRAPAC CYCLING + 01′ 31”
8. ITA POZZOVIVO Domenico AG2R LA MONDIALE + 01′ 38”
9. ERI KUDUS Merhawi DIMENSION DATA + 01′ 41”
10. ITA BRAMBILLA Gianluca ETIXX-QUICK STEP + 01′ 59”

Profile


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*