ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Mondiali pista Londra 2016, 1^ giornata: quartetto azzurro da record
Mondiali pista Londra 2016, 1^ giornata: quartetto azzurro da record

Mondiali pista Londra 2016, 1^ giornata: quartetto azzurro da record

Inizio col botto dei Campionati Mondiali di ciclismo su pista Londra 2016. Al LeeValley VeloPark, subito un record italiano fatto siglare dal quartetto dell’inseguimento a squadre uominiElia Viviani Liam Bertazzo, Simone Consonni, Francesco Lamon fermano il tempo sui 3’57”800, rompendo quel muro dei quattro minuti che, soltanto fino a qualche settimana fa, sembrava ancora lontano. 

Ed invece oggi non è più così lontana nemmeno l’élite di tale disciplina: Gran Bretagna (Dibben Jonathan, Burke Steven, Doull Owain, Wiggins Bradley) e Australia (Welsford Sam, Hepburn Michael, Porter Alexander, Scotson Miles) sono lontane due secondi (3’55″664 i primi, 3’55″867 i secondi), la Nuova Zelanda, terza, soltanto pochi decimi (3’57″050).

Un quarto tempo complessivo che spazza via il precedente primato, appartenente dal 1996 a Capelli, Citton, Collinelli e Trentin (4’00”958, valso l’oro e l’allora record del mondo nel Mondiale di Manchester), e che lascia ben sperare in vista del turno successivo, dove Elia Viviani sarà sostituito da Michele Scartezzini. Impegno proibitivo, contro i favoriti britannici capitanati da Wiggins, ma per un’eventuale bronzo, l’Italia c’è.

E proprio il veronese del Team Sky a farsi valere nello scratch, finendo col rimanere sorpreso da un attacco portato da cinque atleti (tra cui il campione uscente Liss) e concludendo lontano dalle posizioni che contano. Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro c’è lo spagnolo Sebastian Mora, seguito dal messicano Ignacio Prado, argento, e dallo svizzero Claudio Imhof, bronzo.

Parla australiano l’inseguimento individuale femminile: ad issarsi sul gradino più alto del podio è Rebecca Wiasak, abile ad avere la meglio, al termine di un bel duello, della polacca Malgorzata Wojtyra. Terza la canadese Annie Foreman-Mackay. L’azzurra Beatrice Bartelloni si piazza all’ottavo posto.

Velocità a squadre donne: bronzo Germania, che batte l’Australia nella finale terzo/quarto posto. A giocarsi l’oro sono Cina e Russia: non si fanno sorprendere le cinesi, già campionesse uscenti, che con una prova superlativa hanno la meglio. Ma un cambio irregolare causa loro la squalifica, consentendo così alle russe di  festeggiare. Velocità a squadre uomini: è la Nuova Zelanda a dettare legge e a sconfiggere l’Olanda in finale dopo una grande rimonta. Bronzo Germania sulla Francia, che dodici mesi fa, nell’edizione di casa, conquisto l’oro.

Cosa ci aspetta domani? Questo il programma di giovedì 3 marzo:

Ore 14.00
qualifiche Inseguimento a squadre donne
Keirin Donne 1 round
Finale Km da fermo Uomini
Inseguimento a squadre Uomini ( primo round)

Ore 18.00
Keirin Donne (round 2, finale e cerimonia)
Scratch Donne (finale e cerimonia)
Inseguimento a squadre uomini (finale cerimonia)


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*