ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Parigi-Nizza 2016: a Zakarin la tappa regina, a Thomas la gialla
Parigi-Nizza 2016: a Zakarin la tappa regina, a Thomas la gialla

Parigi-Nizza 2016: a Zakarin la tappa regina, a Thomas la gialla

Ilnur Zakarin e Geraint Thomas: sono loro a festeggiare nella tappa regina della Parigi-Nizza 2016. I due corridori arrivano a braccetto sul traguardo della Madonne d’Utelle e brindano rispettivamente alla vittoria parziale e alla maglia gialla, ad una sola frazione dal termine.

Giornata dura, quest’oggi sulla corsa francese: subito avvio in salita con la Cote de Gattieres e subito i primi corridori a staccarsi. Tanti gli attacchi, ma la fuga fa fatica a prendere piede, fin quando è un sestetto a farsi largo: Tsgabu Grmay (Lampre-Merida), Cyril Gautier (Ag2r La Mondiale), Niki Terpstra (Etixx-QuickStep), Gregory Rast (Trek-Segafredo), Antoine Duchesne (Direct Energie), Florian Vachon (Fortuneo-Vital Concept), Evaldas Siskevicius (Delko Marseille Provence KTM).

Poco dopo, rientrano su di loro Andrew Talansky (Cannondale) e Thomas De Gendt (Lotto Soudal): quest’ultimo è anche il primo a transitare sulla Côte de Coursegoules, continuando poi a fare incetta di punti sulle vette conquistando anche la Cote de la Sigale e la Cote d’Ascros. Intanto in gruppo sono in diversi a ritirarsi, tra cui Nacer Bouhanni (Cofidis), vincitore ventiquattro ore fa.

Mentre il gap fuggitivi-gruppo si assottiglia ad un solo minuto, davanti cade – e poi si ritira – Talansky, e a comandare la corsa rimangono i soli Vachon, Terpstra e Duchesne, con quest’ultimo che poi prova a sua volta a rialzare il ritmo, scrollandosi di ruota i due compagni.

Il minuto di vantaggio accumulato decresce rapidamente quando è Alberto Contador (Tinkoff) ad attaccare, prontamente controllato, però, dagli uomini del Team Sky. Pur transitando primo anche sulla Cote de Duranus, Duchesne alza bandiera bianca ai piedi dell’ultima salita, la Madonne d’Utelle, dove il gruppo – si tratta in realtà di un paio di decine di unità – ritorna compatto.

Il primo a forzare l’azione è Rafal Majka (Tinkoff), seguito poi, ancora una volta, dallo stesso Contador, che opera una ulteriore selezione in testa. Il Pistolero è scatenato e all’ultimo chilometro ci riprova, venendo però prima ripreso e poi staccato da Geraint Thomas (Team Sky) e Ilnur Zakarin (Katusha). Ed entrambi possono festeggiare: il russo va al successo di tappa, il gallese si consola con la conquista della maglia gialla di leader della classifica generale. Contador chiude in terza posizione e ora è a 15″ dal nuovo leader.

La Corsa verso il Sole avrà il suo epilogo domani a Nizza, prima della quale saranno affrontate dai corridori 6 asperità, le ultime due di 1^ categoria: la Cote de Peille (6.5 km al 6.9%), e il Col d’Eze (7.7 km al 5.7%). La cima di quest’ultima cima sarà a 16 km all’arrivo, tutti in discesa: è qui che si deciderà il vincitore finale. In basso l’altimetria di tutte le tappe.

Ordine d’arrivo 6^ tappa:

1. Ilnur Zakarin (Katusha)
2. Geraint Thomas (Sky) m.t.
3. Alberto Contador (Tinkoff) a 0:01
4. Richie Porte (BMC) a 0:07
5. Sergio Henao (Sky) a 0:10
6. Simon Yates (Orica-GreenEdge) a 0:20
7. Rui Costa (Lampre-Merida) a 0:31
8. Romain Bardet (Ag2r La Mondiale) a 0:31
9. Ion Izagirre (Movistar Team) a 0:31
10. Tony Gallopin (Lotto-Soudal) a 0:31

Classifica generale:

1. Geraint Thomas (Team Sky) 24:10:26
2. Alberto Contador (Tinkoff) a 0:15
3. Ilnur Zakarin (Katusha) a 0:20


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*