ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Ligue 1, Psg campione a 8 giornate dalla fine. Ibra prepara l’addio?
Ligue 1, Psg campione a 8 giornate dalla fine. Ibra prepara l’addio?
Foto Epa

Ligue 1, Psg campione a 8 giornate dalla fine. Ibra prepara l’addio?

Una Ligue 1 vinta con una facilità imbarazzante e disarmante per tutti: il Psg conquista il 4° titolo consecutivo di campione di Francia con ben 8 turni d’anticipo. Ibra comincia a fare le valigie?

Il quarto scudetto di fila per i parigini di Laurent Blanc era pressoché una formalità sin dall’inizio della stagione: troppo ampio il divario fra Ibra e compagni e il resto delle contendenti francesi, con Monaco attualmente a -25, Lione riemerso solo nelle ultime settimane e Olympique Marsiglia scomparso nel pantano post-Bielsa.

Ligue 1 trasformato in un immenso campo d’allenamento per preparare l’assalto all’unico vero titolo che manca nella bacheca del Paris-Saint Germain: la Champions League.

D’altronde lo stesso Troyes, fanalino di coda del campionato, non poteva mettere i bastoni fra le ruote a una corazzata formidabile reduce dal passaggio ai quarti di Champions con una grande prova a Stamford Bridge casa del Chelsea.

Detto, fatto per il Psg: il match point è arrivato con un mirabolante 0-9 ai danni della malcapitata squadra di Mohamed Bradja. Protagonista fra tutti, manco a dirlo, lui, Zlatan Ibrahimovic: quattro gol per lo svedese nel giorno in cui ha twittato che non sa quali saranno i programmi per la prossima stagione.

Tutto da vedere, sia chiaro: ma un po’ di pepe da aggiungere ai rumours delle prossime settimane non guastano, anche se a Parigi si fa festa.

Ben poco da dire sulla partita: al trionfo partecipano dapprima Cavani, Pastore e Rabiot che mettono le cose in chiaro sin da subito segnando nello spazio di 5’ nei primi 20. Nella ripresa comincia lo show di Ibra (arrivato a 101 gol in Ligue 1 in nemmeno 4 anni di Psg) “interrotto” sulla tripletta se si può dire dall’autorete di Saunier e dalla rete di Cavani dopo rigore respinto; al 43’ lo svedese firma l’umiliante 0-9.

Per il capitano e trascinatore dei Parisiens è il 35esimo gol in 39 presenze: 27 in 24 fare di Ligue 1. Un mostro, punto e basta.

Ma ovviamente il Psg non è (stato) solo lui in questa Ligue 1: tanti applausi per il ritrovato Thiago Silva e per il finalmente esploso talento di Verratti, maturato al fianco dell’altro Thiago, Motta; Di Maria e Cavani hanno fatto da giusti tenori a rendere ancora più rombante la voce della squadra di Laurent Blanc. E conviene fermarsi qui, anche se tutti meriterebbero una giusta menzione.

Ora Laurent Blanc dovrà lavorare su un aspetto in particolare: evitare cali mentali. Il Psg ha già vinto la Ligue 1, è in finale di Coppa di Lega, a un passo da quella di Coppa di Francia. Ma l’obiettivo massimo ormai si chiama Champions: e con una squadra così nulla è davvero impossibile.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*