ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League, tutto ok per Dortmund e Liverpool; avanzano pure 3 spagnole
Europa League, tutto ok per Dortmund e Liverpool; avanzano pure 3 spagnole
Foto Reuters

Europa League, tutto ok per Dortmund e Liverpool; avanzano pure 3 spagnole

Le spagnole di Europa League scavano un altro solco col calcio italiano: noi neppure una squadra (passa lo Sparta contro la Lazio), loro tre (Siviglia, Villarreal e l’Athletic che piega il Valencia). Avanzano anche, e senza problemi, BVB, Liverpool, Shakhtar e Braga.

I favoriti bicampioni d’Europa League si sbarazzano agevolmente del Basilea tartassandolo 3-0 e continuando così il loro sogno verso il titolo numero 3: tutto facile per gli andalusi, che hanno gioco facile con tre gol in dieci minuti prima della fine del primo tempo con l’ex milanista Rami e la doppietta del francese in due minuti fra 44’ e 45’.

Il Villarreal va liscio come alla Bayer Arena di Leverkusen, fa 0-0 e si qualifica tranquillamente ai quarti senza rischiare nulla. Occhio al Sottomarino giallo di Marcelino: una squadra che può dare filo da torcere fino alla fine.

Il sentitissimo derby iberico Valencia-Athletic Bilbao se l’aggiudicano i Taronges, ma non basta: il 2-1 premia i baschi per via del gol fuori casa del solito Aduriz a mezz’ora dalla fine, che vanifica il doppio vantaggio firmato da Santi Mina e Santos nel primo tempo. Doccia gelata per Gary Neville; al San Mames invece si divertiranno ancora un po’.

Finisce invece pari l’altro grande derby di questa fase di Europa League, Manchester United-Liverpool: i Red Devils salutano la manifestazione dopo l’1-1 dell’Old Trafford, che non ribalta affatto il 2-0 dei Reds. Al rigore di Martial risponde una prodezza sontuosa dell’ex interista Coutinho, che con un lob da cineteca gela De Gea, colpevole per l’uscita avventata.

Van Gaal probabilmente è al capolinea dopo una stagione assai mediocre; il mago Klopp invece continua a piacere e ad andare avanti, col sogno magari di rincontrare il suo passato.

Un passato che si chiama Borussia Dortmund: i gialloneri di Tuchel fanno i corsari pure a White Hart Lane, battendo 1-2 un Tottenham scricchiolante. Continua la stagione magica del gabonese Aubameyang, che fa doppietta e arriva a 35 gol in 41 partite stagionali con la maglia tedesca (da antologia soprattutto la prima rete).

Inutile nel finale la consolazione-Spurs con il coreano Son, che non sposta di un millimetro la qualificazione: il Dortmund va avanti con pieno merito.

C’è un altro pezzo d’Italia che naufraga negli ottavi d’Europa League: dopo la Lazio è Stefano Okaka, che col suo Anderlecht saluta la competizione dopo il k.o. casalingo 0-1 contro lo Shakhtar di Mircea Lucescu, che vince 0-1 con la rete di Eduardo a tempo scaduto. All’andata era finita 3-1 per gli ucraini: serviva ben altro.

Ribaltone invece in Portogallo: lo firma il Braga con l’impresa ai danni del Fenerbahce, 4-1 il finale. I turchi pareggiano verso la fine del primo tempo con Potuk il vantaggio lusitano di Hassan.

Poi nella ripresa arriva la svolta: rigore discutibile per un fallo di mano apparso inesistente di Topal (espulso) e Josué trasforma; a quel punto il Braga si rivitalizza e completa la rimonta con Stojilikovic e Silva e il Fenerbahce finisce addirittura in 8 per le espulsioni di Potuk e Volkan Sen (che dopo il rosso spintona pure l’arbitro). Mamma li turchi, come sempre.


Loading...

About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*