ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Coppi e Bartali 2016, Firsanov in solitaria. Secondo Finetto
Coppi e Bartali 2016, Firsanov in solitaria. Secondo Finetto
Sergey Firsanov

Coppi e Bartali 2016, Firsanov in solitaria. Secondo Finetto

Russi corsari in Italia: dopo il successo nella cronosquadre della Gazprom-RusVelo, la compagine diretta da Serhij Hončar piazza il secondo sigillo consecutivo alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2016, vincendo con Sergey Firsanov la seconda tappa, da Riccione a Sogliano al Rubicone.

Con 188 corridori rimasti in gara – non prendono il via i due della Bardiani-Csf Mirco Maestri e Paolo Simion – parte la frazione, caratterizzata da un bel sole che fa un gran piacere a tutti. Dopo 40 km di gruppo compatto, l’equilibrio si spezza grazie a Kirill Pozdnyakov (Synergy Baku Cycling Project), Kenny De Ketele (Topsport Vlaanderen Baloise), Daniel Pearson (Team Wiggins), Daniel Turek (Cycling Academy Team), autori della prima vera azione.

Ma il plotone non lascia mai troppo spazio e così, scollinato per la prima volta sul Monte Tiffi, si rialza anche Pozdnyakov, ultimo ad arrendersi dei fuggitivi. In occasione del secondo passaggio sulla stessa salita, invece, a transitare con un lieve margine sul resto del gruppo è il duo formato dal russo Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo) e dall’italiano Stefano Pirazzi (Bardiani-Csf).

Sull’ultimo passaggio a Monte Tiffi Pirazzi si stacca, mente fuoriesce dal gruppo il colombiano Egan Bernal (Androni-Sidermec), che si riporta in pochissimo tempo su Firsanov, scollina per primo, ma nella successiva discesa cade e viene presto riassorbito da un gruppetto con Sergio Henao e Gianni Moscon (Team Sky), Andrea Fedi (Southeast Venezuela), Giulio Ciccone e Stefano Pirazzi (Bardiani CSF), Antonio Santoro (Meridiana Kamen Team), Mauro Finetto (Unieuro Wilier Trevigiani) e Pierpaolo Ficara (Amore & Vita Selle Smp).

Nessuno, però, va a riprendere Sergey Firsanov, che regala alla sua squadra, la Gazprom-RusVelo, la seconda vittoria consecutiva nella manifestazione: sua anche la maglia di leader della classifica generale. Al secondo posto giunge Mauro Finetto, che taglia il traguardo a braccia alzate credendo di aver vinto, ma può comunque esultare perché regala un risultato di prestigio alla Continental Unieuro-Wilier-Trevigiani. Terzo Gianni Moscon, al primo podio tra i professionisti. Qui il video della tappa.

Spazio alle ruote veloci, domani, con la terza tappa: è la Calderara di Reno – Crevalcore, di 172 km, caratterizzata da un circuito di nove giri completamente pianeggiante. In basso l’altimetria.

Ordine d’arrivo 2^ tappa:

1 Firsanov, Sergey 52 Gazprom-RusVelo 14
2 Finetto, Mauro 155 Unieuro-Wilier Trevigiani 5
3 Moscon, Gianni 15 Team Sky 3
4 Santoro, Antonio 142 Meridiana-Kamen Team –
5 Ciccone, Giulio 42 Bardiani-CSF –
6 Fedi, Andrea 24 Southeast-Venezuela –
7 Ficara, Pierpaolo 195 Amore & Vita-Selle .. –
8 Henao, Sebastián 12 Team Sky –
9 Pirazzi, Stefano 43 Bardiani-CSF –
10 Novak, Domen 204 Adria Mobil –


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*