ULTIME NEWS
Home > Calcio Estero > Conte, ora è ufficiale: sarà il prossimo allenatore del Chelsea
Conte, ora è ufficiale: sarà il prossimo allenatore del Chelsea

Conte, ora è ufficiale: sarà il prossimo allenatore del Chelsea

Un binomio tutto azzurro. Quello di sempre con quello di ora. Ormai è ufficiale: Antonio Conte sarà l’allenatore del Chelsea a partire dalla prossima stagione. L’attuale c.t. della Nazionale arriverà alla corte di Abramovich al termine dell’Europeo.

Già prima delle due amichevoli degli azzurri contro Spagna e Germania, il selezionatore italiano aveva annunciato la volontà di rimettere il suo incarico nelle mani della Federazione al termine del prossimo Europeo. Detto, fatto: Conte arriverà dunque a Londra riabbracciando un club dopo il clamoroso addio alla Juventus dell’estate del 2014.

Per lui contratto triennale che lo legherà al club londinese di Fulham Road: 20 milioni di euro netti nei prossimi tre anni, partendo dai 6,5 del prossimo anno. Insieme a lui tutto il suo staff: insieme al fratello Gianluca che lavorerà come tattico, anche i fedelissimi Angelo Alessio, Massimo Carrera, Mauro Sandreani e Paolo Bertelli. L’affare è stato concluso dall’altro fratello di Antonio Conte, Daniele, in qualità di agente.

L’ex allenatore della Juventus si è detto molto emozionato all’idea di lavorare col Chelsea, anche se vuole assolutamente concentrarsi sulla Nazionale. Euro 2016 incombe, e bisogna lasciare l’incarico azzurro nel migliore dei modi.

Detto fra parentesi, ma non tanto: Conte è il quinto allenatore italiano che approda sulla panchina dei Blues londinesi dopo Vialli, Ranieri, Ancelotti e Di Matteo.

Alla corte di Abramovich l’italiano è sempre stato di moda: a iniziare anche dai gloriosi trascorsi non solo di Gianluca Vialli e Roberto Di Matteo (quest’ultimo mister dei Blues che vinsero la Champions League a Monaco di Baviera contro il Bayern nel 2012) e passando per i vari giocatori battenti bandiera italiana, dal grandissimo Gianfranco Zola ai vari Cudicini e Ambrosetti.

Un altro italiano alla corte di Roman, insomma: da un Azzurro all’altro, con grande carattere e per vincere ancora.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*