ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Europa League/2: il Siviglia sbanca Bilbao; bene lo Shakhtar a Braga
Europa League/2: il Siviglia sbanca Bilbao; bene lo Shakhtar a Braga
Foto Afp

Europa League/2: il Siviglia sbanca Bilbao; bene lo Shakhtar a Braga

La serata di Europa League registra tre 2-1: due di questi arrivano in trasferta, e suonano già come mezze sentenze. Li piazzano il Siviglia, 1-2 nella tana dell’Athletic di Bilbao; e lo Shakhtar di Mircea Lucescu, che con l’1-2 allo Sporting Braga è un po’ più tranquillo.

Il derby di Spagna fra le due squadre appaiate al 6° posto della Liga se lo aggiudicano i bicampioni d’Europa League, che sfatano il mito del fattore campo (e che campo: la Cattedrale del San Mames) confermando di essere una squadra molto esperta sullo scenario internazionale.

Partita bella e vibrante, quella inscenata dalle due compagini iberiche: un palo per parte nel primo tempo, Banega con la complicità di Herrerin e Aduriz, prima che la partita esploda nella ripresa.

Ad accenderla, indovina un po’ chi? Il solito Aritz Aduriz, che con un gran colpo di testa su cross di Muniain segna il gol numero 9 di questa sua Europa League. Bomber di razza.

Il Siviglia però non si scompone e risale immediatamente la china: Banega lancia Kolodziejczak che fa 1-1. C’è ancora tempo però per vedere il completamento della rimonta andalusa: assist geniale stavolta di Gameiro e in modo un po’ fortunoso Iborra lascia di stucco il San Mames. Ora all’Athletic servirà l’impresa.

 

Un discorso peraltro simile allo Sporting Braga, ferito una volta e colpito quasi a morte alla fine dallo Shakhtar Donetsk: finisce 1-2 anche qui per chi ha giocato in trasferta, un risultato che tutela abbastanza gli arancioneri del sergente Lucescu.

Gli ucraini fanno prevalere la migliore organizzazione tecnico-tattica. Non basta al Braga di Fonseca l’estro di Rafa Silva; lo Shakhtar passa prima nel primo tempo col sinistro al volo di Rakitskiy deviato in maniera decisiva da Vukcevic e poi nella ripresa col contropiede di Facundo Ferreyra.

Il Braga merita il gol (sull’1-1 pure una traversa dello stesso Rafa Silva) e lo trova solo a un minuto dal 90’ con Wilson Eduardo: i portoghesi si attaccheranno a questo gol con tutta l’ostinazione possibile, ma nell’Est europeo fra sette giorni sarà alquanto dura.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*