ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro dell’Appennino 2016, nuova gioia Gazprom: primo Firsanov
Giro dell’Appennino 2016, nuova gioia Gazprom: primo Firsanov

Giro dell’Appennino 2016, nuova gioia Gazprom: primo Firsanov

La Russia riporta ancora una vittoria nella campagna d’Italia: dopo i successi alla Settimana Coppi & Bartali, la formazione Professional Gazprom-RusVelo si rivela protagonista di una splendida prova anche al Giro dell’Appennino 2016, concluso con l’affermazione di Sergey Firsanov davanti a Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec) e Mauro Finetto (Unieuro Wilier Trevigiani).

Malgrado la concomitanza con altre corse in calendario, in particolare l’Amstel Gold Race che si colora d’azzurro, è giornata di festa per questa storica prova del ciclismo italiano. Si parte alle ore 11.15 sotto un cielo che non sembra promettere nulla di buono. La prima ora di corsa si chiude alla media di 47.6 km/h, con tanti corridori a provare la fuga, ma nessuno in grado di riuscirci. A centrare il giusto tentativo sono Angel Madrazo (Caja Rural) e Vitaliy Buts (Kolss BDC) poco prima dell’ascesa alla Bocchetta, sui quali riesce a riportarsi, in discesa, Luca Chirico (Bardiani-Csf).

Ma non hanno vita lunga i tre: sulla Crocetta d’Orero vengono ripresi, e in contropiede partono Michele Gazzara (Norda Mg), Pierpaolo Ficara (Amore&Vita) e Nico Brüngger (Roth), ma passato anche il Passo della Scoffera, il gruppo torna compatto a 55 km al traguardo. Mentre Paolo Simion (Bardiani-Csf) e Antonino Parrinello (D’Amico Bottecchia) sono vittime di una caduta e sono portati in ospedale, verso la salita di Coppe Caprile sono Gazprom-RusVelo e Androni-Sidermec a forzare l’andatura.

A Ruta Camogli, posta a meno di 20 km al traguardo, è Eduard Prades (Caja Rural-RGA) a scattare, raggiunto poco dopo dal russo Sergey Firsanov (Gazprom-RusVelo). Inizialmente i due vanno di comune accordo, ma in seguito è il russo a tentare l’azione solitaria: e come già successo in occasione della Settimana Coppi & Bartali da lui vinta, il gruppo non riesce più a rimontare. È lui il vincitore del 77° Giro dell’Appennino: Francesco Gavazzi (Androni-Sidermec) e Mauro Finetto (Unieuro Wilier Trevigiani) devono accontentarsi rispettivamente del secondo e del terzo posto, a 25″ di ritardo.

Ordine d’arrivo:
1 FIRSANOV Sergey RUS GAZPROM-RUSVELO
2 GAVAZZI Francesco ITA ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC 25″
3 FINETTO Mauro ITA UNIEURO WILIER
4 FICARA Pierpaolo UKR AMORE & VITA – SELLE SMP
5 BUSATO Matteo ITA SOUTHEAST – VENEZUELA
6 SANTORO Antonio CRO MERIDIANA KAMEN TEAM
7 PETILLI Simone ITA LAMPRE – MERIDA
8 CARTHY Hugh ESP CAJA RURAL-SEGUROS RGA 35″
9 RATTO Daniele ITA ANDRONI GIOCATTOLI – SIDERMEC 1’02”
10 TIZZA Marco ITA D’AMICO BOTTECCHIA


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*