ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2016, Kittel senza rivali in volata: è Maglia Rosa!
Giro d’Italia 2016, Kittel senza rivali in volata: è Maglia Rosa!
Marcel Kittel. Foto: giroditalia.it

Giro d’Italia 2016, Kittel senza rivali in volata: è Maglia Rosa!

Due su due! Bottino pieno per Marcel Kittel nelle due frazioni in linea nei Paesi Bassi al Giro d’Italia 2016. Dopo aver vinto a Nijjmegen, anche ad Arnhem è netta la superiorità del tedesco e della sua squadra, la Etixx-Quick Step, nei confronti di tutti gli avversari. I dieci secondi di abbuono gli permettono inoltre di indossare la Maglia Rosa di leader provvisorio della generale. Dietro di lui, quest’oggi, finiscono Elia Viviani (Team Sky) e Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo).

L’ultima giornata in terra olandese comincia alle ore 13 sotto un bel sole tiepido. Attraversati i 7 km che conducono i corridori al km 0, ecco che la fuga prende immediatamente piede. Due sono stati protagonisti anche nella giornata di ieri, ovvero Giacomo Berlato (NIppo-Vini Fantini) e Maarten Tjallingii (LottoNL-Jumbo); i loro compagni sono Julen Amezqueta (Wilier-Southeast) e Johan Van Zyl (Dimension Data). Dopo soli 30 km percorsi, il vantaggio raggiunge il tetto massimo di oltre otto minuti, prima che il gruppo incominci  controllare.

Al km 115 una caduta provocata da una rotonda coinvolge Jean-Cristophe Peraud (AG2R La Mondiale), costretto a salire in ambulanza con vistose ferite sul volto. E come si attendeva, arriva il vento laterale ad infastidire il gruppo, che si divide in più tronconi: attentissimo Vincenzo Nibali (Astana), che rimane nelle prime posizioni. Superati senza sprint nel plotone, che nel frattempo si ricompatta, i due traguardi intermedi, arriva anche l’unico GPM del giornata, il 4^ categoria del Posbank, piazzato a 52 km all’arrivo, sul quale passa per primo Tjallingi su Amezqueta. Il quartetto di testa va forte e quando mancano soli 20 km il vantaggio è ancora superiore ai 2 minuti.

Entrati nel circuito cittadino di Arnhem, mentre davanti le forze scarseggiano, con il venticinquenne sudafricano Van Zyl che prova ad andarsene tutto solo, dietro avviene una caduta ai meno 11 km che coinvolge molti atleti della FDJ e non solo: tanto spavento, ma per fortuna, stavolta, nessuna seria conseguenza. Van Zyl si arrende a soli 2 km all’arrivo e a quel punto è tutto pronto per una nuova volata.

E in volata non c’è storia: ancora una volta è la Etixx-Quick Step a prendere in mano la situazione e quando Marcel Kittel parte, nessuno riesce a stargli a ruota. Quarta vittoria al Giro per il tedesco, che con i 10 secondi di abbuono è la nuova Maglia Rosa. Sul podio i due italiani Elia Viviani e Giacomo Nizzolo; in top ten anche Kristian Sbaragli (Dimension Data), sesto. Domani giorno di riposo per raggiungere l’Italia, si ripartirà da Catanzaro.

Ordine d’arrivo 3^ tappa:
1    Marcel KITTEL    GER    EQS    4:23:45
2    Elia VIVIANI    ITA    SKY    0
3    Giacomo NIZZOLO    ITA    TFS    0
4    André GREIPEL    GER    LTS    0
5    Alexander PORSEV    RUS    KAT    0
6    Kristian SBARAGLI    ITA    DDD    0
7    Moreno HOFLAND    NED    TLJ    0
8    Arnaud DEMARE    FRA    FDJ    0
9    Rick ZABEL    GER    BMC    0
10    Matej MOHORIC    SLO    LAM    0

Classifica generale:
1    Marcel KITTEL    GER    EQS    9:13:10
2    Tom DUMOULIN    NED    TGA    9
3    Andrey AMADOR BIKKAZAKOVA    CRC    MOV    15
4    Tobias LUDVIGSSON    SWE    TGA    17
5    Moreno MOSER    ITA    CPT    21
6    Bob JUNGELS    LUX    EQS    22
7    Matthias BRANDLE    AUT    IAM    23
8    Roger KLUGE    GER    IAM    25
9    Chad HAGA    USA    TGA    25
10    Georg PREIDLER    AUT    TGA    26

https://www.youtube.com/watch?v=F1uJ8P1h-nI


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*