ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2016: Greipel, che volata! Battuti Démare e Colbrelli
Giro d’Italia 2016: Greipel, che volata! Battuti Démare e Colbrelli

Giro d’Italia 2016: Greipel, che volata! Battuti Démare e Colbrelli

Parla ancora tedesco il Giro d’Italia 2016: non disputa la volata Marcel Kittel, ma ci pensa Andre Greipel a zittire tutti con uno sprint vinto per distacco sul traguardo di Benevento: del Gorilla di Rostock la quinta tappa davanti ad Arnaud Démare e Sonny Colbrelli. Non cambia la classifica generale, che vede ancora al comando Tom Dumoulin.

La città che nella giornata di ieri ha applaudito la quinta vittoria al Giro di Diego Ulissi (Lampre-Merida) accoglie la partenza di questa nuova frazione. Il gruppo rimane compatto per oltre 30 km, fin quando Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini), già possessore della maglia azzurra di leader dei GPM, transita per primo sull’unica asperità di giornata, quella di Fortino.

A questo punto la fuga può partire e sono in quattro ad avvantaggiarsi: Daniel Oss (BMC), Alexandre Foliforov (Gazprom Rusvelo), Amets Txurruka (Orica GreenEDGE) e Pavel Brutt (Tinkoff). Sette minuti il vantaggio massimo raggiunto finché, in corrispondenza del traguardo volante di Polla (primo Oss), il gap comincia a diminuire, grazie al lavoro svolto dalle squadre dei velocisti.

Dopo aver vinto anche il secondo sprint intermedio a Palomonte, Oss è protagonista di una brutta caduta: nessuna conseguenza, ma una rincorsa durata diversi minuti per rientrare sui battistrada. Il tentativo di fuga continua, dunque, ed il ricongiungimento finale avviene soltanto in occasione del primo passaggio sulla linea del traguardo di Benevento, dove l’ex maglia rosa Marcel Kittel (Etixx-Quick STep), vincitore dei due sprint in Olanda, transita in fondo al gruppo.

La volata si presenta quindi molto incerta perché senza il punto di riferimento, ma la voce grossa la fa ancora un tedesco, Andre Greipel (Lotto Soudal) che vince praticamente per distacco davanti ad Arnaud Démare (FDJ) e Sonny Colbrelli (Bardiani-Csf).

In attesa del primo arrivo in salita a Roccaraso (Aremogna), Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) rimane il leader della generale, ma tra i big va segnalato un buco creatosi in occasione di una caduta occorsa ai 1200 metri a Rein Taramae (Katusha), a causa del quale Vincenzo Nibali (Astana) e Mikel Landa (Team Sky) accusano un ritardo di 4″ da Alejandro Valverde (Movistar). Probabile, ad ogni modo, che la giuria decida per la neutralizzazione, essendo il ritardo stato causato dall’incidente.

Sfortunati, nella stessa occasione, anche Sacha Modolo (Lampre-Merida) e Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo), in buona posizione nelle fasi finale, ma costretti a chiudere il gap conseguente alla caduta e dunque senza energie per contrastare un Greipel comunque superiore a tutti.

Ordine d’arrivo 5^ tappa:
1. Greipel (Lotto-Soudal)
2. Démare (FDJ) m.t.
3. Colbrelli (Bardiani-CSF) m.t.
4. Jungels (Etixx-Quick Step) m.t.
5. Hofland (LottoNL-Jumbo) m.t.
6. Belleti (Wilier-Southeast) m.t.
7. Zabel (BMC) m.t.
8. Preidler (Giant-Alpecin) m.t.
9. Ewan (Orica-GreenEdge) m.t.
10. Tsatevich (Katusha) m.t.

Classifica generale:
1. Dumoulin (Giant-Alpecin)
2. Jungels (Etixx-Quick Step) a 16
3. Ulissi (Lampre-Merida) a 20
4. Preidler (Giant-Alpecin) m.t.
5. Kruijswijk (LottoNL-Jumbo) a 24
6. Nibali (Astana) a 26
7. Valverde (Movistar Team) a 27
8. Zakarin (Katusha) a 35
9. Fuglsang (Astana) m.t.
10. Roche (Team Sky) a 37


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*