ULTIME NEWS
Home > Ciclismo > Giro d’Italia 2016: Arezzo premia Brambilla, nuova maglia rosa. Crisi Dumoulin
Giro d’Italia 2016: Arezzo premia Brambilla, nuova maglia rosa. Crisi Dumoulin
Foto: Bettini

Giro d’Italia 2016: Arezzo premia Brambilla, nuova maglia rosa. Crisi Dumoulin

Spettacolo nella ottava tappa del Giro d’Italia 2016: la Foligno-Arezzo, caratterizzata dalla salita dell’Alpe di Poti e dall’affascinante tratto in sterrato, premia Gianluca Brambilla, che fa un gran numero e taglia in solitaria il traguardo con un minuto di vantaggio su Matteo Montaguti e Moreno Moser, protagonisti di una lunga fuga iniziata sin dal mattino. Il corridore della Etixx-Quick Step festeggia con la Maglia Rosa, approfittando della crisi che colpisce Tom Dumoulin nei tratti in salita.

Partenza alle ore 12.20 da Foligno, laddove ieri Andre Greipel (Lotto Soudal) ha ottenuto il bis personale in volata. Al km 20 allungano in 13: Blel Kadri e Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale), Alessandro De Marchi (BMC), Moreno Moser (Cannondale), Jaco Venter (Dimension Data), Gianluca Brambilla e Matteo Trentin (Etixx-QuickStep), Sean De Bie (Lotto Soudal), José Joaquin Rojas e Jasha Sutterlin (Movistar), Giacomo Berlato (Nippo Fantini), Niklas Arndt (Giant-Alpecin) e Alexey Tcatevitch (Katusha).

Il gruppo lascia fare, così il drappello dei fuggitivi guadagna un buon margine, che riesce parzialmente a conservare fino ai piedi della salita dell’Alpe di Poti, il più atteso momento della giornata. Davanti è Gianluca Brambilla a fare la differenza e, quando comincia lo sterrato anche in gruppo, è subito Alejandro Valverde (Movistar) a scattare, con la Astana e Vincenzo Nibali in prima persona a chiudere immediatamente il gap. Chi subito sembra soffrire è la maglia rosa di Tom Dumoulin (Giant-Alpecin), che si stacca così come Mikel Landa (Team Sky).

Così allo scollinamento sul GPM di 2^ categoria, a quota 827 metri: Gianluca Brambilla solo al comando con 25″ di vantaggio su Matteo Montaguti; gruppetto Nibali-Valverde, su cui è rientrato anche Landa, a 2’10”; Dumoulin a 1’15” da questi ultimi, e dunque col forte rischio di perdere il simbolo del primato.

E gli ultimi chilometri – discesa, poi pianura, poi ultimo tratto ancora in salita – sono trionfali per Gianluca Brambilla, che festeggia la seconda vittoria stagionale dopo il Challenge Mallorca e soprattutto diventa il nuovo leader della classifica generale. Si, perché la classifica viene sconvolta da una tappa che non sembrava potesse fare tanti stravolgimenti: Tom Dumoulin crolla, arrivando a oltre 3 minuti dal vincitore e a oltre un minuto dal gruppo Valvede-Nibali-Landa (al cui interno troviamo anche Domenico Pozzovivo e Chaves).

Ordine d’arrivo 7^ tappa:

1. Gianluca Brambilla (Etixx-Quick Step)
2. Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale)
3. Moreno Moser (Cannondale)
4. Jaco Venter (Dimension Data)
5. Alessandro De Marchi (BMC)
6. Alejandro Valverde (Movistar)
7. Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo)
8. Mikel Landa (Sky)
9. Esteban Chaves (Orica-GrenEdge)
10. Ilnur Zakarin (Katusha)

Classifica generale:

1. Gianluca Brambilla (Etixx-Quick Step) 33:39:14
2. Ilnur Zakarin (Katusha) a 0:23
3. Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo) a 0:33
4. Alejandro Valverde (Movistar) a 0:36
5. Vincenzo Nibali (Astana) a 0:45
6. Esteban Chaves (Orica-GrenEdge) a 0:48
7. Rigoberto Urán (Cannondale) a 0:49
8. Rafal Majka (Tinkoff) a 0:54
9. Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) a 0:54
10. Mikel Landa (Sky) a 1:03

https://www.youtube.com/watch?v=O4hamsQXLLE


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*