ULTIME NEWS
Home > Altri Sport > Roland Garros 2016, cominciata la disfatta azzurra
Roland Garros 2016, cominciata la disfatta azzurra

Roland Garros 2016, cominciata la disfatta azzurra

Dagli Internazionali d’Italia è passata una sola settimana e la musica non è cambiata per i colori azzurri: parte decisamente male il secondo Slam stagionale dell’anno, il Roland Garros 2016 in corso sulla terra rossa di Parigi. Dopo una sola giornata, infatti, sono già fuori Roberta Vinci, Sara Errani, Simone Bolelli e Marco Cecchinato.

Brutta prestazione da parte della numero 1 azzurra, #7 wta, Roberta Vinci: la tarantina è piegata dall’ucraina Kateryna Bondarenko, #65 Wta, col punteggio di 61 63. Troppo tardi si sveglia la nostra portacolori, che cede il primo parziale in poco più di venti minuti e, quando comincia a giocare, si accorge che la partita le è già sfuggita di mano. Confermato, dunque, il cattivo feeling con il French Open: se si eccettua l’edizione del 2013, in cui riuscì a centrare gli ottavi di finale, per il terzo anno consecutivo è costretta ad uscire al debutto.

Non va meglio a Sara Errani, che in questa stagione non è ancora riuscita a trovare una condizione di forma degna di nota. La #18 del ranking, finalista nel 2012, semifinalista l’anno successivo e sempre ai quarti nelle ultime due stagioni, viene stoppata dalla bulgara Tsvetana Pironkova, #102, per 63 62.

“È un momento non bello, difficile, particolare. Passerà…”, commenta la Vinci, che poi si lascia andare ad una profonda riflessione: “Sto vivendo il miglior periodo della mia carriera, ma tutto ciò si sta trasformando in un boomerang. Sento troppa pressione, sono troppo preoccupata in campo, mentre invece in allenamento vado al massimo. Forse dopo un inizio di stagione ottimo in cui sono entrate tra le top ten e ho giocato molto, sono un po’ stanca”. Tanta delusione nelle parole della Errani: “Non so dare una spiegazione al fatto che sono stata eliminata quattro volte di fila al primo turno in tornei sulla terra rossa che è la mia superficie. […] Prenderò un po’ di giorni per riflettere”.

In campo maschile saluta Simone Bolelli, che si arrende ad un top player, Kei Nishikori, reduce dalla doppia semifinale di Madrid e Roma. Nel match cominciato domenica, ma proseguito il giorno successivo per pioggia, il bolognese cede in tre set – 61 75 63 – in due ore esatte al nipponico. Stessa sorte per Marco Cecchinato, che pur ben figurando, viene eliminato dall’australiano Nick Kyrgios per 76 (6) 76 (6) 64.

Domani impegnati altri sette azzurri: Fabio Fognini, Andreas Seppi, Paolo Lorenzi e Thomas Fabbiano tra gli uomini; Camila Giorgi, Karin Knapp e Francesca Schiavone tra le donne.


About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*