ULTIME NEWS
Home > Calcio Italiano > Serie B-playoff: lo Spezia sbanca Cesena 1-2, ora il Trapani
Serie B-playoff: lo Spezia sbanca Cesena 1-2, ora il Trapani
Foto Getty

Serie B-playoff: lo Spezia sbanca Cesena 1-2, ora il Trapani

Il primo atto dei playoff di Serie B se lo aggiudica lo Spezia: gli Aquilotti di Mimmo Di Carlo fanno i corsari al Manuzzi di Cesena, sconfiggendo gli omocromi romagnoli 1-2. La risolve nel finale Postigo. Ora l’appuntamento è col Trapani. Domani Bari-Novara.

Il sogno dei bianconeri del Levante ligure può dunque continuare: dopo aver ereditato la squadra dal dimissionario Bjelica, Mimmo Di Carlo la sta portando – dopo il quarto di finale di Coppa Italia, arrivato dopo l’impresa di Roma – verso le vette sperate a inizio stagione.

Il tecnico laziale – fra l’altro emozionato ex dell’incontro – deve ringraziare il suo difensore spagnolo, che la mette dentro a 5’ dalla fine sancendo la débâcle della squadra di Massimo Drago. I romagnoli rinviano dunque all’anno prossimo l’assalto alla Serie A.

Ospiti in vantaggio al 40’ con la sciagurata autorete in colpo di testa all’indietro di Renzetti che nel tentativo di anticipare De Col spiazza pure il suo portiere Gomis e manda i suoi sotto 0-1 all’intervallo. Curioso che poco prima l’autogol l’aveva sfiorato, e sempre nella stessa porta, il compagno Fontanesi.

Nella ripresa gli ingressi di Sensi e Koné danno slancio ai cesenati, che fanno illudere il Manuzzi col rigore trasformato al 65’ da Camillo Ciano per il momentaneo 1-1.

Proprio nel finale però, quando le due squadre sembrano avviate ai supplementari, il tiro a incrociare di Sergio Postigo, su ottima assistenza di Situm, spezza l’equilibrio e regala a Di Carlo un incredibile altro capitolo per scrivere una pagina di storia del club.

È una vittoria fondamentale, che spedisce lo Spezia alla semifinale dei playoff di Serie B anche senza l’ausilio dell’espertissimo Calaiò, oggi squalificato: con l’Arciere la sfida al Trapani si farà ancora più interessante.


About Alessandro Liburdi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*