ULTIME NEWS
Home > Coppe Europee > Champions League > Champions, è la notte delle stelle: a San Siro la finale Real-Atletico
Champions, è la notte delle stelle: a San Siro la finale Real-Atletico

Champions, è la notte delle stelle: a San Siro la finale Real-Atletico

Tutto in una notte: come due anni fa, sarà ancora Real Madrid – Atletico Madrid la finale di Champions League. Allo Stadio San Siro di Milano andrà in scena il derby madrileno, rivincita di quello che due anni fa, a Lisbona, assegnò la decima ai Blancos di Carlo Ancelotti.

Per la sesta volta nella storia, l’ultimo atto della massima competizione continentale per club se la giocheranno due squadre della stessa nazione: accadde anche a due italiane, nel 2003, col Milan che ebbe la meglio ai calci di rigre sulla Juventus. È la 13^ finale per il Real Madrid, alla ricerca dell’undicesima vittoria, vista non più un’ossessione come la precedente, a lungo inseguita per oltre un decennio; dall’altra parte, invece, l’Atletico, al terzo atto conclusivo, con i due precedenti entrambi negativi.

Le parole dei tecnici alla vigilia. Ottimista Zinedine Zidane, che appare sicuro di sé e dei suoi giocatori: “Siamo pronti“. “Alcuni giocatori sono andati via dopo la finale 2014, ma lo spirito che sta alla base del club è sempre lo stesso – prosegue il francese, che poi loda il gruppo madrileno, a cui è legato da molti anni: “È una grande storia: unità, passione, spirito di gruppo. Quando arriva il momento di giocare, bisogna lasciare tutto sul campo”.

“Quando comincerà la partita sarò un po’ più teso rispetto a quando giocavo, ma è normale, fa parte del gioco. Mi piace questo tipo di pressione”, rivela Zizou, che poi ammonisce: “Prima di tutto dovremo difendere bene, soprattutto quando non avremo il possesso del pallone. E poi dovremo sfruttare le nostre armi in attacco. Ma soprattutto dovremo correre”. “Sarà certamente una partita difficile […] ma ci arriviamo preparati. Abbiamo avuto due settimane per prepararla e ora i giocatori non vedono l’ora di scendere in campo“, conclude il tecnico.

Parla di “partita molto intensa“, Diego Pablo Simeone, che poi analizza il possibile risvolto tattico: “Casemiro permetterà al Real di ricompattarsi meglio se perde palla. Chiunque vinca le prime battaglie a metà campo sarà avvantaggiato. Il Real ha grandi qualità tecniche e potrebbe provare a giocare di più. La squadra, i giocatori e il gruppo che abbiamo creato si reinventano continuamente: è la risorsa più preziosa di questo club“. Infine le sensazioni: “Giocare una finale è assolutamente fantastico, vincerla è ancora meglio. È un’esperienza che ti fa venire voglia di rivivere quei momenti“.

Di seguito le formazioni di Real Madrid – Atletico Madrid.

REAL MADRID (4-3-3): 1 Navas, 15 Carvajal, 3 Pepe, 4 Ramos, 12 Marcelo, 8 Kroos, 14 Casemiro, 19 Modric, 11 Bale, 9 Benzema, 7 Ronaldo. (13 Casilla, 6 Nacho, 17 Arbeloa, 23 Danilo, 10 James, 16 Kovacic, 18 Vazquez, 22 Isco, 20 Jesé, 29 Mayoral). All.: Zidane.

ATLETICO MADRID (4-4-2): 13 Oblak, 20 Juanfran, 2 Godin, 15 Savic, 3 Filipe Luis, 12 Augusto, 14 Gabi, 17 Saul, 6 Koke, 7 Griezmann, 9 F.Torres. (1 Moya, 18 Gamez, 19 Hernandez, 24 Gimenez, 5 Tiago, 8 Kranevitter, 10 O.Torres, 17 Niguez, 21 Carrasco, 22 Partey, 16 Correa, 23 Vietto). All.: Simeone.

Ad arbitrare la sfida, il quarantunenne fischietto inglese Mark Clattenburg, internazionale dal 2007, che vanta, tra le partite dirette, la finale delle Olimpiadi di Londra 2012. Simon Beck e Jake Collin gli assistenti, Viktor Kassai (Hun) quarto uomo, Anthony Taylor e Andre Marriner assistenti addizionali e Stuart Burt arbitro di riserva.

TV Sarà Canale 5 a trasmettere in chiaro, a partire dalle ore 20.40, Real-Atletico. L’impegno di Mediaset è notevole: per tutta la giornata, la  lunga vigilia su Premium Sport HD e, infine, il match trasmesso anche in modalità UltraHD sul canale Premium Sport 4k.


Loading...

About Andrea Fragasso

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*